BambinoProgettoSalute

             
 

Gravità Zero

Abbonamento a feed Gravità Zero
Divulgazione scientifica, innovazione, tecnologia, economia, impresa, medicina, bufale, startup Unknownnoreply@blogger.comBlogger6211125
Aggiornato: 36 min 51 sec fa

VINCERÀ L'OSCAR IL CORTOMETRAGGIO DI GOOGLE? SECONDO NOI NON DOVREBBE

Mar, 08/01/2017 - 17:23
Google Spotlight Stories sono i cortometraggi animati ralizzati da Google per essere visionati dai device a 360 gradi e in realtà virtuale (ad esempio sul vostro smartphone con GPS o con Google Chrome su PC) .

Quello che vi mostriamo è Pearl: la storia di una ragazza che negli anni Settanta viagga per gli Stati Uniti insieme al padre, un musicista di strada. Ma è un video diseducativo.


"Pearl" segue una ragazza e suo padre mentre attraversano il paese inseguendo i loro sogni. Viene presentato come una storia sui regali che offriamo (ma quali?) e il loro potere per portare l'amore. Tutto da dimostrare, come vedremo.  Visto da più di 1 milione e mezzo di persone  (al momento in cui scriviamo ma in contrinua crescita), Fast Company dice che Pearl potrebbe puntare all’Oscar, e scrive: "Ci sono film che ti fanno tornare bambino. Ci sono film che ti fanno percepire l’invincibile libertà dell’adolescenza. E ci sono film che spiegano la difficolta di fare il genitore. Pearl fa tutte e tre le cose, in circa sei minuti. È una storia sui regali che offriamo e il loro potere per portare l'amore. E trovare la grazia nei luoghi più improbabili".

TUTTAVIA È UN VIDEO DISEDUCATIVO E BANALE 

Oltre a guidare senza cinture (ma questo è il minimo) dove si vede chiaramente che il padre appoggia la figlia davanti al volante, sottoponendola a gravi pericoli, dimostra di disinteressarsi  dell'educazione della figlia. La porta infatti in viaggio e non sembra riceva una adeguata educazione. La fa lavorare e si dispera se non guadagna abbastanza (sfruttamento di minore).
Il video prosegue con contatti promuscui per tutta la vita della ragazza, senza un obiettivo e ascoltando per almeno 15-18 anni sempre la stessa canzone (impazzirebbe anche un cammello). Se non esistesse altro nel panorama discografico, come all'interno delle truppe dell'ISIS, potrebbe essere anche accettabile. Ma quando arriviamo a un finale che è esattamente contrario a quello che ci aspetteremmo: la gloria della "taxista" (ma per avere fatto cosa?), ci cascano letteralmente le braccia. Povera ragazza!
Insomma, per queste e altre particolarità non vorremmo che fosse candidato all'Oscar, ma sottoposto a una revisione dei contenuti dove l'unico motivetto simpatico è quello che accompagna tutto il pezzo, che però ci sfrange i maroni solo per 5 minuti (e non per 15 anni come viene presentato dalla povera protagonista per cui abbiamo solo compassione). Il resto è solo retorica.

Google, questa volta hai veramente toppato.

MUSEO EGIZIO SPECIALE ESTATE E CON LE PASSEGGIATE DEL DIRETTORE

Mar, 08/01/2017 - 15:38
Il Museo Egizio di Torino aperto ad Agosto con una tariffa speciale: tutti i venerdì di luglio e agosto orario prolungato e, dalle 18:30, tariffa unica € 5,00





Durante i venerdì di luglio e agosto, il Museo Egizio offre ai visitatori aperture straordinarie fino alle 22.30 (ultimo ingresso ore 21.30) e, dalle 18:30, ingresso alla tariffa unica di 5,00 euro
Una grande opportunità per ammirare le collezioni con le ricostruzioni dei contesti archeologici e la mostra “Missione Egitto 1903 – 1920. L’avventura archeologica M.A.I. raccontata” accompagnati dalla voce di Ernesto Schiaparelli, ricreata nella preziosa audioguida in italiano e inglese realizzata dalla Scuola Holden.
Ultima novità sono i racconti parte del progetto “Luoghi Viventi” ideato dalla Fondazione il Circolo dei lettori per il Museo Egizio e i musei di Chambery (Musée des beaux arts e Les Charmettes – Maison de Jean-Jacques Rousseau). Grazie alle storie originali nate dalla penna di autori come Roberto Saviano, Alice Rohrwacher, Niccolò Ammaniti e Altan, sarà possibile scoprire le collezioni in maniera totalmente nuova, lasciandosi trasportare dall’immaginazione. Per fruire dei percorsi sarà sufficiente scaricare l’app sul proprio smartphone o richiedere gli appositi device in prestito al Museo. Il progetto è finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Interreg - Alcotra, programma di cooperazione transfontaliera tra Francia e Italia.
Tutto questo a una temperatura ideale per contrastare il caldo estivo: tra i 21 e i 23 gradi.
#SpecialeEstateCalendario: 7/07, 14/07, 21/07, 28/07, 4/08, 11/08, 18/08, 25/08Orario: dalle ore 18.30 alle 22.30
Prezzo al pubblico: € 5.00 (a partire dalle ore 18.30)
Note: nella fascia oraria indicata non saranno riconosciute la Carta Abbonamento Torino Musei,
Torino Card e Piemonte Card. Invariate le tariffe ridotte per bambini e la gratuità.
Telefono: 011 4406903 - mail: info@museitorino.it

LE PASSEGGIATE CON IL DIRETTORE 




Giovedì 24 agosto 2017 alle ore 18:00, nuovo appuntamento con le Passeggiate del Direttore, percorsi museali guidati dal Direttore Christian Greco che propongono ogni volta un approfondimento tematico differente.
La durata della visita sarà di 90’ e inizierà 30 minuti prima della chiusura del Museo.
Biglietto ingresso 28 euro a persona, per i possessori della carta Abbonamento Musei 26 euro a persona.
La prenotazione è obbligatoria. Consultare il sito del museo egizio o (consiglio che diamo vista la grande affluenza) recarsi direttamente al Museo ai botteghini d'ingresso per una pre-prenotazione. 

A MILANO IL MUSEO DELLA SCIENZA È APERTO ANCHE AD AGOSTO

Mar, 08/01/2017 - 15:15
Museo della Scienza | apertura straordinaria | Ferragosto 2017 Eventi a Milano


Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo Da Vinci" rimarrà aperto tutti i giorni da martedì 8 a domenica 20 agosto, compreso Ferragosto, proponendo attività nella Tinkering Zone, laboratori per bambini e mostre temporanee. Tutte le iniziative saranno comprese nel prezzo del biglietto d'ingresso al Museo.

In particolare, nella Tinkering Zone sarà possibile prendere parte alle iniziative Robot da disegno (8-13 agosto, da martedì a domenica) e Disegnare con la luce (14-20 agosto, da lunedì a domenica), per bambini (da 8 anni in su) e adulti, per inventare piccoli robot capaci di disegnare muovendosi e per creare immagini a partire da sorgenti luminose. I più piccoli (dai 3 ai 6 anni) saranno invece coinvolti in giochi con bolle di sapone (8-13 agosto, 22-27 agosto, 5-10 settembre), ombre e luci colorate e ingranaggi che suonano (1-6 agosto, 14-20 agosto, 29 agosto-3 settembre).
In programma anche: visite guidate alla Galleria Leonardo in lingua inglese (fino al 10 settembre, alle ore 11, prenotazione attraverso acquisto online del biglietto del Museo); percorsi per esplorare l'interno del sottomarino Enrico Toti; e le mostre temporanee 100 volte in Giro, sulla storia della bicicletta, e Il mio Pianeta dallo spazio - Fragilità e bellezza, con le immagini della Terra scattate dai satelliti. Per il programma completo: www.museoscienza.org/attivita.

AL CERN L'HEAVY METAL È DI CASA

Lun, 07/31/2017 - 11:18
Li riconoscete? Uno è un fisico inglese, personaggio tra i più celebri al mondo, autore di libri sulla natura dell'universo e dei raggi cosmici... l'altro è Isaac Netwon!

Saw Dr. Brian May attended today's @NASANewHorizons presser. When I see May, I'm always reminded of Sir Isaac Newton! pic.twitter.com/ooNo0NqfFP— Stephens Observatory (@StephensObs) 18 luglio 2015

Scherzi a parte, non è un mistero che Brian May, chitarrista dei Queen, sia anche Ph.D. in astrofisica (noi ne parlammo qui). Quel che pochi sanno è che  nel tempo libero collabora con gruppi di ricerca, com  il team di che sta analizzando i dati della sonda New Horizons da Plutone.
Ora, per un momento, lasciate che la mente viaggi libera e immaginate che il CERN si trasformi da personaggi in camici bianchi con le schiene chine sui libri o sugli schermi dei propri laptop a persone con lo spirito Heavy Metal che esce fuori nudo e crudo!
È il caso di Piotr Traczyk, un fisico che lavora al CERN di Ginevra da un decennio ma anche chitarrista Metal da almeno 20 anni. Piotr ha pensato bene di prendere i dati sul bosone di Higgs, la più grande scoperta scientifica degli ultimi decenni, e convertire alcuni grafici in sequenze di note riportate poi sulla classica scala cromatica.


Non è il primo musicista che ci cimenta nel connubio scienza-musica, ricordiamo tra i tanti l'astronauta Chris Hadfield, che durante la missione Expedition 35 registrò un album, utilizzando la chitarra portata sulla Stazione Spaziale Internazionale. La prima canzone registrata nello spazio, Jewel in the Night, è stata diffusa tramite YouTube la vigilia di Natale 2012. Il 15 febbraio del 2012 ha inoltre suonato Moondance in diretta dalla Stazione Spaziale Internazionale con il gruppo i Chieftains. 
E come potremmo dimenticare l'Astronauta NASA Cady Coleman, che con Ian Anderson di Jethro Tull eseguì il primo dutto spazio-terra. 




LE ENERGIE DEL FUTURO IN MOSTRA ALL'EXPO DI ASTANA 2017

Sab, 07/29/2017 - 15:10
Ad Astana, in Kazakistan, è ancora il 26 luglio 2017, ed è la fine di una giornata trascorsa all'Expo.  Il 22 novembre 1928 a Parigi fu firmata una convenzione sulle Esposizioni Universali. Che devono servire (così è scritto nell'art. 1) ad educare il pubblico,  a mostrare i progressi raggiunti dall'uomo e ad indicare le prospettive future.


Ecco,  nell'Expo di Astana c'è tutto:

- una sfera gigantesca e bellissima (che rappresenta il padiglione del Kazakistan) dove trovate tutte le energie del futuro (quelle rinnovabili);



- tanti padiglioni (di vari paesi) dove potrete capire a che punto siamo arrivati,  ovvero dove ci ha portati il sole,  il vento e le onde degli oceani;



- in particolare un padiglione ("best practises in energy") che non è altro che un covo di start up. Li', oggi, c'è il futuro.  Tra scooter elettrici, traversine dei treni fatte di gomma e plastica riciclata con inserti di pannelli solari,  interi ambulatori medici (chiavi in mano) alimentati soltanto dal sole, luci da fonti biologiche... ce n'è per tutti i gusti.
Questo è lo scooter elettrico (www.scrooser.com): velocità massima 25 km/ora; batteria sottile nella pedana sotto i piedi; 3 ore per ricaricarla e fare 55 km (poi va nuovamente ricaricato).





Pianificate almeno una giornata di visita, perché mezza la trascorrerete dentro la sfera, dove fra pannelli,  ascensori,  exhibit e panorami mozzafiato scatterete in mucchio di foto.

Pannelli solari - progetto italiano 
Poi sceglierete voi quali padiglioni visitare. Secondo me, decisamente apprezzabili sono quelli della Finlandia, dell'Ungheria,  degli USA, del Qatar e della Turchia. Da evitare (e lo dico con rammarico) Italia e Iran.

Se avete figli non c'è problema,  per loro c'è l' Expo Kids: loro si divertono e voi vi riposate. Se volete mangiare italiano vi costa come in Italia, altrimenti potete risparmiare con hamburger,  hot dog, patatine fritte e simili. In ogni caso,  non fatevi mamcare un buon caffè ed un gelato: renderanno una lunga giornata piena di stimoli (ma comunque faticosa) più sostenibile.

Buon Expo da Walter Caputo & Luigina Pugno

DENTI FISSI? IMPLANTOLOGIA È LA RISPOSTA

Sab, 07/29/2017 - 13:30
Sono oltre due milioni gli italiani che l’hanno adottata: parliamo della classica dentiera, non sempre risolve il problema della mancanza di denti parziale o totale in quanto può provocare mal di testa, ma anche problemi di cattiva digestione e difficoltà nelle relazioni sociali.  Rischi a cui è sottoposto oltre il 40 per cento della popolazione con più di 65 anni [1], ma anche il 4 per cento delle persone con un’età compresa tra i 35 ed i 64 anni [2].  
Oggi l'implantologia è la migliore alternativa alla classica dentiera - Shutterstock
.Un tipo di protesi la dentiera, dunque,  che può essere instabile, richiede l’uso di colle per farla stare ferma e spesso crea decubiti sulla gengiva, arrossamenti e dolore. Inoltre per alcuni è fonte anche di disagio psicologico», spiegano alla Clinica Dentistica Brunelleschi
Per tornare nuovamente a sorridere in modo naturale, ma anche risolvere i problemi dettati da una non corretta masticazione, ora però sono sufficienti poche ore. «Grazie alle nuove tecnologie oggi in 24 ore è possibile effettuare interventi di implantologia a carico immediato: in questo tempo è possibile inserire e stabilizzare un minimo di quattro impianti per arcata dentale, risolvendo così il problema della mancanza di denti», precisa il dottor Bona, tra i pochi in Italia a sviluppare interventi di implantologia a carico immediato con una casistica che gli permette di risolvere anche situazioni complesse. «Inoltre, grazie a tempi di cura e riabilitazione che sono estremamente ridotti, la spesa complessiva si è abbassata: con una base di settemila euro, in pazienti completamente edentuli, è già possibile avere i denti fissi su un’arcata completa. E il risultato finale è garantito nel 100 per cento dei casi».

Cos’è un impianto dentale?  una piccola vite in titanio sostituisce la radice di un dente naturale mancante. L’impianto viene posizionato nella mascella superiore o inferiore e nel corso del tempo si legherà all’osso per servire da ancora per il nuovo dente. 
Gli impianti dentali possono essere utilizzati per sostituire uno o più denti mancanti. «Rispetto ad una protesi fissa tradizionale, gli impianti non prevedono la preparazione dei pilastri dentali (monconizzazione), per cui hanno un costo biologico inferiore, non rovinando denti naturali magari sani per sostituirne uno o più mancanti -ricorda il dottor Bona- agli impianti si possono ancorare dei denti fissi, che sono migliori dal punto di vista funzionale rispetto ad una protesi mobile, e non rovinano i denti adiacenti perché non si agganciano a questi, ma sono inseriti direttamente nell’osso».

Il Carico Immediato è la Tecnica di Implantologia Dentale che permette di riavere Denti Fissi in meno di 24 ore.
Subito dopo l’inserimento degli impianti viene posizionata una protesi provvisoria fissa che permette al paziente di uscire dalla Clinica con un "sorriso nuovo" fin da subito. Successivamente verrà posizionata la protesi definitiva fissa. Il Carico Immediato può essere applicato sull’Intera Arcata, su uno o più impianti.

Ogni clinica come il Centro Dentistico di Torino Brunelleschi si appoggia ad un Laboratorio Odontotecnico interno per poter offrire al paziente soluzioni immediate: dai semplici ritocchi alla costruzione di protesi provvisorie e definitive a seguito di un intervento di Implantologia.

Note 

[1]  Benché non ci siano statistiche ufficiali, il Ministero della Salute cita  un’indagine fatta nell’area milanese dalla quale emerge che il 42,3 per cento degli anziani presenta edentulismo, con un numero medio di denti permanenti che non arriva a 4 per gli anziani ospedalizzati e a 10 per quelli non ospedalizzati.

[2]. Dati di una ricerca del National Institute of Dental Research (Nidr) che descrive il quadro statunitense; una situazione non molto differente dall’Italia.


Publiredazionale 

SMARTPHONE, COME BLOCCARE GLI ABBONAMENTI NON RICHIESTI

Sab, 07/29/2017 - 09:18
Per molti italiani lo smartphone è il principale dispositivo con cui si connettono alla rete. Purtroppo però tra le pagine di internet si celano delle piccole truffe, niente di eclatante ma accade a tutti di trovarsi a fine mese con 2-3 euro in meno sul credito telefonico. Come avviene? Come si può stare lontani da queste truffe? Vediamo


Una minuscola truffa
Chiamarle truffe sarebbe effettivamente eccessivo, ma purtroppo capita spesso di notare di aver speso soldi in eccesso dal credito telefonico. Nell’era delle tariffe flat è più facile vederlo, perché per telefonate, navigazione e SMS si spende al mese una cifra fissa. Come avviene? È semplice, quando si accede ad una pagina internet dal cellulare spesso si devono attendere alcuni secondi perché siano caricate tutte le immagini, compresi dei riquadri di pubblicità o altro. Le dita però non stanno ferme e cliccano nel vuoto, dove dopo alcuni secondi apparirà una pubblicità accattivante. Si apre una schermata con una x di chiusura ben visibile, che noi premiamo appena la notiamo. Il gioco è fatto, senza accorgercene abbiamo richiesto un SMS con le info sul nostro oroscopo, o un servizio di sveglia, al costo di qualche euro una tantum. Chi utilizza tanto il cellulare neppure se ne accorge e magari a fine mese ha “regalato” in modo de tutto inconsapevole vari euro a personcine di malaffare.

Come impedire che ciò avvenga
Per evitare di incappare in questa piccola trappola si può fare in un unico modo: contattare il servizio clienti del gestore telefonico da cui ci si serve. SI perché telefonando ad un operatore è possibile bloccare i servizi a pagamento da parte di terze parti. Questa operazione però non si può fare in altro modo, ad esempio dalla gestione in rete del proprio profilo tariffario. Perché? Mistero, visto che molte altre attività si possono svolgere senza problemi, senza per forza attendere la risposta del servizio clienti. Tutte le compagnie telefoniche si comportano in questo modo, senza eccezioni. Difficilmente si potranno avere indietro i soldi spesi, in quanto in effetti siamo stati noi che, senza saperlo, abbiamo richiesto il servizio a pagamento, difficile dimostrare il contrario.

Evitare i raggiri
Purtroppo la gran parte delle pagine che riportano questo tipo dir aggiri sono quelle con molte immagini e colori, come ad esempio quelle dei giochi per smartphone. Per evitarle si può però scegliere Voglia di Vincere casino mobile AAMS, magari anche vincendo qualche euro invece di spenderlo inutilmente.

CALCOLI SBAGLIATI: RICERCATORE ITALIANO SCOVA L'ERRORE DEL NOBEL PER LA CHIMICA STODDART

Sab, 07/29/2017 - 08:42
Un ricercatore di 35 anni, dottorato a Parma, oggi a Grenoble all'Instituto Néel del Cnrs, ha messo in difficoltà un Premio Nobel, il Nobel per la chimica del 2016 James Fraser Stoddart, scozzese di Edimburgo, 75 anni.
Sir James Fraser StoddartAlcuni studiosi del gruppo di Materiali Molecolari per Applicazioni Avanzate (MMAA) del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma, insieme a un qualificato team internazionale, hanno pubblicato su “Nature” una critica serrata a un lavoro della Northwestern University che affermava di aver trovato ferroelettricità “elettronica” a temperatura ambiente in tre composti organici.
Il ferromagnetismo è un fenomeno ben noto, secondo cui dipoli magnetici si allineano in risposta a un campo magnetico esterno e mantengono tale allineamento (polarizzazione magnetica) anche a campo rimosso. Il ferromagnetismo è alla base di molte applicazioni di carattere tecnologico: per esempio le memorie dei calcolatori. La ferroelettricità è un fenomeno analogo: invece dei dipoli magnetici sono i dipoli elettrici a creare una polarizzazione elettrica permanente, allineandosi in risposta a un campo elettrico. Il primo materiale ferroelettrico è stato scoperto un secolo fa circa, ma una ricerca focalizzata sui ferroelettrici si è sviluppata solo a cavallo della seconda guerra mondiale. Oggi la ricerca di avanguardia punta all'ottenimento di materiali ferroelettrici organici (cioè costituiti in massima parte da carbonio, idrogeno e ossigeno) nell'ambito dello sviluppo di materiali per l’elettronica che siano leggeri, flessibili e bio/eco-compatibili.
Alcuni anni fa un gruppo di ricercatori giapponesi dell'Università di Tokyo aveva effettivamente scoperto che un composto organico, il tetratiafulvalene-cloranile, già studiato in maniera approfondita dai ricercatori del gruppo MMAA, esibiva ferroelettricità, seppure solo in prossimità della temperatura dell'azoto liquido (-200 gradi centigradi circa). Tale ferroelettricità è risultata essere di un tipo particolare, cosiddetta elettronica perché dovuta alle “nubi” elettroniche delle molecole, ed è caratterizzata dalla velocità con cui si instaura la polarizzazione a opera del campo esterno, nonché dal suo valore. Allora la “gara” si è spostata verso l'ottenimento di ferroelettricità elettronica in composti organici a temperatura ambiente. Questa gara sembrava essere stata vinta dal forte gruppo di ricerca della Northwestern University americana, guidato dal Prof. Stupp e dal futuro premio Nobel Stoddart: nel 2012, infatti, essi pubblicarono, su “Nature”, i risultati relativi alla ferroelettricità elettronica di tre composti organici da loro sintetizzati a tale scopo. L’articolo ha comprensibilmente ricevuto grande attenzione dalla comunità scientifica, risultando in breve tempo tra gli “highly cited papers” nella classifica del “Citation Index” della baca dati WEB of Science.
Gabriele D’Avino, Dottorato nel gruppo MMAA (ora all’Istituto Laue-Langevin di Grenoble), si è accorto però che qualcosa non tornava, sulla base di sofisticati calcoli da lui effettuati sui composti di Stoddart e Stupp. Su suo suggerimento, il gruppo MMAA, e in particolare Matteo Masino, Anna Painellie Alberto Girlando, ha verificato che i dati sperimentali a supporto della ferroelettricità erano di cattiva qualità, anche se venivano da un gruppo molto prestigioso in campo chimico. Di comune accordo si è deciso di replicare gli esperimenti, coinvolgendo in un ampio team internazionale l’Università di Mons (Belgio), l’Istituto di Scienza dei Materiali di Barcellona (Spagna), l’Università di Augsburg (Germania), l’Università di Girona (Spagna) e la Scuola Internazionale per Studi Avanzati (SISSA) di Trieste.
“Abbiamo scelto uno dei tre composti proposti dal gruppo della Northwestern -afferma Matteo Masino - e in circa un anno di lavoro abbiamo dimostrato che la caratterizzazione strutturale e spettroscopica riportata su “Nature” non era corretta e che le misure dirette della ferroelettricità erano negative”. “Nello stesso tempo - afferma Anna Painelli - l’analisi dei dati sperimentali dimostra senza ombra di dubbio che questi sono incompatibili con una ferroelettricità di tipo elettronico”. A questo punto si è convenuto di mandare una lettera di commento a “Nature”, la rivista che aveva pubblicato l’articolo originale. “Come membro più anziano del team internazionale mi sono assunto l’incarico di preavvisare Stupp e Stoddart circa i nostri risultati, così come richiesto da Nature - dice Alberto Girlando -. E mentre stavamo ancora discutendo con loro, è arrivato il premio Nobel per Stoddart. Tuttavia abbiamo deciso di procedere comunque e dopo circa altri sette mesi il nostro commento è stato finalmente pubblicato, assieme alla replica degli autori che hanno riconosciuto la solidità delle nostre misure e del nostro trattamento teorico ma hanno nello stesso tempo riaffermato di aver osservato la ferroelettricità, pur senza poterne spiegare l’origine. Quindi il nostro gruppo non ha fatto scoperte, ma ha messo in dubbio quella di Stupp e Stoddart. È stato tuttavia importante essere riusciti a rendere pubblica la discussione, perché la scienza progredisce attraverso un confronto continuo e tutti i risultati, anche se provengono da gruppi affermati, devono essere verificati e validati da ricercatori indipendenti.”

Fonte: Ufficio Stampa Università di Parma

CHI HA PAURA DEI VACCINI?

Ven, 07/28/2017 - 15:30
Con 296 voti favorevoli, 92 contrari e 15 astenuti la Camera ha approvato in via definitiva il decreto legge che introduce l'obbligatorietà per dieci vaccini.

Per il sì la maggioranza e Forza Italia, per il no Lega e M5S. Astenuti Fratelli d'Italia.

"#Vaccini Il varo definitivo della legge aumenterà il livello di protezione sanitaria delle famiglie italiane" ha scritto su Twitter il premier Paolo Gentiloni.Perché alcuni genitori decidono di non vaccinare i propri figli? Che ruolo hanno le bufale sul web, e perché spesso media e politica vi danno ascolto?

Andrea Grignolio affronta questi temi nel libro "Chi ha paura dei vaccini?" (Codice Edizioni 2016), finalista dell’edizione 2017 del Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica.

Intervista di Monica Panetto per Il Bo Magazine, il giornale on line dell'Università di Padova (www.unipd.it/ilbo).




Sull'argomento abbiamo pubblicato: 





PAOLO NESPOLI PER LA TERZA VOLTA SULLA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE

Ven, 07/28/2017 - 14:57
Malerba. Cheli. Guidoni. Vittori. Nespoli. Parmitano. Cristoforetti. È la squadra di 7 astronauti italiani che a partire dal 1992 hanno viaggiato nello spazio. Alla vigilia del terzo volo tra le stelle di Paolo Nespoli, seguiamo la diretta del lancio e ripercorriamo la storia dell’esplorazione spaziale italiana – e i suoi record.








Viaggi spaziali, Italia da record
(fonte: ASI TV - WEB TV dell'Agenzia Spaziale Italiana)


La Missione VITA, che lo vedrà protagonista fino al prossimo dicembre, è ai nastri di partenza: @Astro_Paolo (questo il suo nickname su Twitter) partirà per la sua terza missione venerdì 28 luglio 2017 alle 17.41 (ora italiana). 
Sarà questa infatti l’ora in cui la Soyuz MS-05, con a bordo l’astronauta italiano e i suoi colleghi - il russo Sergei Ryazanskye l’americano Randy Bresnik - decollerà dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan alla volta della Stazione Spaziale Internazionale. 
La Missione VITA (Vitality, Innovation, Technology, Ability) è la terza di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana e il logo che la contraddistingue è ispirato al Terzo Paradiso dell'artista Michelangelo Pistoletto. VITA fa parte della partnership strategica tra ASI e NASA sancita dall’accordo bilaterale MPLM.
Durante la sua permanenza sulla ISS, Paolo Nespoli avrà il compito di seguire oltre 200 esperimenti di cui ben 11 selezionati da ASI, la gran parte dei quali biomedici e il resto tecnologici. 
Per celebrare l’avvenimento, ASI ed ESA organizzano un evento dedicato al lancio. Teatro dell’iniziativa, che avrà inizio alle ore 16.30 del 28 luglio, sarà la sede dell’ASI di Roma. 
Saranno presenti il Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca Valeria Fedeli, il Presidente dell’ASI Roberto Battiston e Il Direttore Volo Umano ed Esplorazione Robotica dell’ESA David Parker.
Per i progetti connessi alla missione VITA, parteciperanno all’evento il Mastro Michelangelo Pistoletto, la produttrice Alessandra Bonavina e il fumettista Leo Ortolani. 
L’astronauta Roberto Vittori commenterà le fasi del lancio, mentre gli esperimenti che Paolo Nespoli condurrà sulla ISS saranno illustrati da Gabriele Mascetti, Responsabile dell’Unità Volo Umano e Microgravità dell’ASI.
L'evento sarà trasmesso in live streaming su AsiTV e sul canale YouTube dell’ASI; sarà preceduto da una serie di collegamenti durante tutta la giornata che avranno. 
Eccoli ora per ora:
ore 11: presentazione degli appuntamenti della giornata
ore 12:30: SpaceTalk con Roberto Vittori e Alessandra Bonavina che ci parleranno rispettivamente dell'esperienza di astronauta e di quella di produttrice del documentario sulla missione VITA.
ore: 15: triplo appuntamento con Anna Sirica, direttore generale dell'ASI, Leo Ortolani, autore di Ratman e del fumetto "C'è Spazio per tutti" per poi concludere con un intervento di Michelangelo Pistoletto, autore del Terzo Paradiso, opera a cui si ispira il logo di VITA.
ore 16:30 arrivo del Ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli che visiterà le mostre su ExoMars e Space Girls, Space Women, nella sede ASI.
ore 16:50 inizio dell'evento di ritrasmissione del lancio
ore 17:41 decollo della Soyuz
Subito dopo il lancio, Il live dalla sede dell'ASI continuerà con un intervento di Gabriele Mascetti, che parlerà degli esperimenti che Nespoli realizzerà in orbita. Achiusura dell'evento è prevista una sessione di domande da parte dei giornalisti agli ospiti sul palco.
I link per i due canali sono: 
AsiTV - http://www.asitv.it/media/live_streaming

Canale YouTube dell’ASI - https://www.youtube.com/user/ASIinterviews

HAI PROBLEMI CON LE BANCHE? USURA E ANATOCISMO: CONOSCI QUESTI VOCABOLI?

Gio, 07/27/2017 - 16:30
Abbiamo parlato più volte di SDL Centrostudi, una società  specializzata nell'analisi dei contenziosi con il sistema finanziario-bancario, ma qual è la sua mission? Perché è indispensabile  al cittadino, imprenditore, professionista? Lo sai che alcune banche praticano (illecitamente) l'usura? E che gli interessi debitori che tu paghi potrebbero avere ripercusioni sulla tua vita familiare ed  essere superiori a quelli che sono leciti? Rischi di pagare migliaia (e per le aziende) centinaia di miglia di euro inutilmente. È ora di fare chiarezza. 




SDL è una società commerciale, non è una Onlus né un'Associazione ed è strutturata con trasparenza in modo tale che possa rendere un servizio e una utilità a tutti i soggetti che prendono parte a questo tipo di attività. SDL e tutte le persone che collaborano con essa mettono a disposizione la loro professionalità per garantire un servizio adeguato. E i fruitori di questo servizio non lo richiedono solo con spirito di rivalsa contro le banche o le finanziarie. Si rivolgono a SDL Centrostudi per risolvere problemi concreti, soprattutto in questo periodo di crisi, per ridurre il proprio indebitamento, contrapporsi magari a una modalità di esigere imposte e tasse a dir poco vergognosa. Così investe non solo per dare possibilità di guadagno a chi lavora al suo interno, ma soprattutto per dare possibilità di riscatto per i clienti e le aziende. Praticamente sono le banche stesse, con i loro comportamenti scorretti, a fare in modo che i loro utenti si rivolgano a questo gruppo per riavere indietro i loro soldi. 
Quali sono i problemi principali che incontra SDL Centrostudi?
I problemi per una società come SDL Centrostudi arrivano al momento di andare in tribunale. Nonostante gli impegni, le promesse e i programmi, il processo tributario non rappresenta una priorità, sacrificato quindi sull’altare di necessità elettorali più impellenti. Nonostante ciò, l’esigenza di mettere mano alla giustizia tributaria è avvertita da tutti, anche se sembra mancare la volontà politica di risolverlo. All’inaugurazione dell’anno giudiziario tributario, il primo presidente della Cassazione, Giovanni Canzio, nel ricordare che oggi ben il 47% dei ricorsi in Cassazione civile è tributario, ha lanciato il grido di allarme che nei prossimi anni sarà raggiunta la quota del 65%: che, in altre parole, i due terzi dei ricorsi in Cassazione sarà tributario.
Se il problema è la mole dei contenziosi (soprattutto in Cassazione), ci si deve chiedere le ragioni del fenomeno, in modo da intervenire direttamente sulle fonti del problema. Le cause appaiono essenzialmente due. 
1) Con una scelta che appare decisamente folle, le controversie tributarie, "sono affidate a giudici onorari; a giudici, cioè, che giudicano “nel tempo libero” e, soprattutto, per compensi risibili" (non lo diciamo noi ma il Sole 24 Ore) . Dal lato dell’efficienza, è un sistema che sicuramente funziona, ma che lascia quantomeno perplessi in merito alle competenze di diritto tributario dei giudici onorari. 
2) Il giudizio di Cassazione non aiuta a risolvere le controversie, dato che che sempre più spesso si contraddice, anche a distanza di pochissimo tempo (come accaduto in materia di cumulo giuridico e di omessi versamenti o di conferimento e cessione di quote ai fini dell’imposta di registro), smarrendo così il ruolo di guida per la giustizia di merito (che sempre più spesso di discosta dall’orientamento della Corte di legittimità) e per gli operatori (anche l’Agenzia). 
Ebbene, è evidente che il tema della maggiore professionalizzazione dei giudici di merito e del recupero della funzione di guida della Cassazione sono intrecciati: con sentenze di merito redatte meglio, è naturale sperare in un calo del numero di ricorsi al giudice di ultima istanza, mentre con una giurisprudenza di Cassazione più univoca e convincente, si avrebbe non solo una giurisprudenza di merito più omogenea ma, al contempo, maggiori disincentivi a promuovere e proseguire istanze pretestuose.

Sull'argomento: 
VIOLATA UNICREDIT: CORRENTISTI SEMPRE PIÙ A RISCHIO 

SOLIDWORKS: POLITECNICO DI TORINO LEADER EUROPEO PER LE CERTIFICAZIONI

Mer, 07/26/2017 - 13:51
Il Politecnico di Torino è leader europeo per le certificazioni SolidWorksCon il Corso di Tecnologie CAD per lo sviluppo del prodotto del Collegio Universitario Renato Einaudi, l’Italia diventa leader in Europa.
La nuova interfaccia di Visualize 2018 

Il Collegio Universitario Renato Einaudi di Torino, Provider ufficiale di Certified SolidWorks Associate (CSWA), ha aperto agli studenti più meritevoli del corso di Disegno Tecnico Industriale del Politecnico di Torino il proprio Corso di Tecnologie CAD per lo sviluppo del prodotto. Possono ottenere il CSWA tutti gli studenti che dimostrano le proprie capacità di modellazione con il software SolidWorks 3D CAD. 
Questa iniziativa, fortemente sostenuta da Dassault Systémes SolidWorks Corp. (DS SolidWorks), ha fatto si che l’Italia, con circa un centinaio di licenze, abbia il più alto numero in Europa di utenti certificati CSWA. La maggioranza degli utenti provengono dal Politecnico di Torino. Il corso si pone l'obiettivo di completare le conoscenze sugli strumenti CAD per lo sviluppo del prodotto industriale: si propone inoltre, attraverso esercitazioni mirate, di fare acquisire ai partecipanti le tecnologie più avanzate relative ai sistemi Cad attuali (SolidWorks e NX Siemens) e necessarie per la generazione, modifica, messa in tavola di assemblati tridimensionali di elevata complessità.
Al corso si accede attraverso una graduatoria stilata in base alla media dei voti e alla votazione conseguita nel corso di Disegno Tecnico Industriale.
La frequenza al corso, che verte sulla modellazione avanzata con Solidworks e i suoi moduli di analisi, da diritto a 3 crediti Universitari.
DS Solidworks Corp. ha concesso al collegio per il primo ed il secondo anno di corso, terminato nel dicembre 2008, i crediti gratuiti necessari ad effettuare l’esame (diversamente il costo per ottenere la certificazione CSWA sarebbe stato a carico degli studenti) mentre Solid Tecnology, rivenditore autorizzato SolidWorks dal 1996 e Preferred Educational Reseller ha garantito la presenza del proprio esperto cerificato, l’Ing. Alessandro Tornincasa, durante i due workshop previsti dal corso. 
Il corso di tecnologie CAD di sviluppo del prodotto è gestito dal Prof. Stefano Tornincasa, docente di Disegno Tecnico Industriale presso il Politecnico di Torino.

SOLIDWORKS ELECTRICAL SCHEMATIC FACILITA LA CREAZIONE DI SCHEMI ELETTRICI

Lun, 07/24/2017 - 07:32
Solidworks Electrical Schematic può aiutare il progettista a realizzare schemi elettrici in maniera veloce, a tenere conto di diverse logiche di controllo e a eseguire il dimensionamento dell'impianto.



Il software CAD 3D  Solidworks, distribuito in Italia da Easy d rom, aiuta il progettista a realizzare schemi elettrici in maniera veloce, a tenere conto di diverse logiche di controllo e a eseguire il dimensionamento dell'impianto. Grazie alla possibilità di verifica assistita in tempo reale, il progettista avrà inoltre a disposizione una serie di strumenti che facilitano il lavoro e automatizzano le varie e numerose attività di convalida.

SolidWorks prevede tre pacchetti di funzioni integrate inclusi nati per   soddisfare le esigenze della vostra azienda. Tutti i pacchetti utilizzano una interfaccia utente intuitiva che rende più rapido il processo di progettazione per una produttività immediata. Oltre alla creazione di parti parametriche, assiemi e disegni a livello di produzione, sono disponibili tutti gli strumenti necessari per la generazione di superfici complesse, ripetizioni piatte di lamiera e saldature strutturali.
"SOLIDWORKS ci aiuta a progettare e realizzare prodotti migliori più velocemente, in modo da migliorare i tempi di consegna e la soddisfazione del cliente”.Robert Vijselaar, Ingegnere Progettista di CONYPLEX B.V.
Apprenderete velocemente come semplificare la progettazione di prodotti elettrici con strumenti specifici progettati per l’ingegneria ed interfacce intuitive per una progettazione rapida dei sistemi elettrici integrati.
L’integrazione nativa presente in Solidworks e sfruttabile in tutte le discipline meccatroniche (elettriche, meccaniche ed elettroniche) miglioreranno la vostra collaborazione e la produttività nei vari reparti produttivi, consentendovi di creare progetti più coerenti e standardizzati, abbassare i costi e ridurre i tempi di produzione dei prodotti.
La varietà di licenze Solidworks per la progettazione elettrica e meccanica e l'integrazione di sistemi elettrici/meccanici e meccatronici sono parte integrante della gamma di prodotti proposti da Easy d rom per la progettazione e la simulazione. Le licenze, siano esse Electrical o di altro tipo, consentono agli ingegneri di ridurre i rischi legati allo sviluppo e all'innovazione e di introdurre quindi più velocemente nel mercato i prodotti, con minore necessità di creare prototipi fisici, abbattendo quindi i costi relativi al processo produttivo ed evitando costose modifiche ai prototipi.




SOLIDWORKS ELECTRICAL SCHEMATIC STANDARD
Volete un avanzato strumento single user facile da usare per la progettazione degli schemi elettrici? In SOLIDWORKS potrete sviluppare rapidamente sistemi elettrici integrati per apparecchiature e altri prodotti. Tutte le informazioni sulle parti fornite dai produttori e le librerie di simboli integrate e abilitate per il web vi consentiranno di avere pieno accesso a materiali comuni che vi permetteranno di abbreviare il lavoro di progetto. Gli strumenti di gestione e progettazione automatici aumentano la vostra velocità di progettazione, evitando di ripetere azioni già memorizzate, dalla morsettiera alle assegnazioni dei riferimenti incrociati dei contatti.
SOLIDWORKS ELECTRICAL SCHEMATIC PROFESSIONAL

Grazie a questo software avrete a disposizione strumenti di collaborazione di eccellenza, facili da usare e utili per le vostre progettazioni di schemi, che vi consentiranno di sviluppare rapidamente sistemi elettrici integrati per apparecchiature ed altri prodotti. È possibile disporre di librerie di simboli, informazioni sulle parti del produttore e di modelli di componenti 3D integrati, dove potrete usare materiali comuni riutilizzabili in modo da ottimizzare i progetti. Con la gestione gli automatismi di progettazione, vi permette di accelerare una serie di attività ripetitive, dai moduli PLC (Programmable Logic Controller) ai blocchi dei morsetti fino alle assegnazioni dei riferimenti incrociati dei contatti.
DIVENTA UN UTENTE CERTIFICATO 
Le certificazioni Solidworks possono essere utilizzate come un benchmark per misurare la tua conoscenza e competenza con il software. Le prove si concentrano sulle competenze fondamentali necessarie per garantire il successo complessivo della tua azienda utilizzando il programma. Per ulteriori informazioni, vedere il sito web di certificazione.
ESAMI GRATUITI 
Come parte del valore aggiunto del servizio di sottoscrizione, potrete trovare esami gratuiti. Per ottenere ulteriori informazioni su come riscattare questa offerta e per vedere se ne  diritto a, visita la pagina dell'offerta (è necessario il login valido del portale clienti).
COME CERTIFICARSI?
Esami di certificazione sono disponibili  scaricando il software Tangix TesterPRO Client dal collegamento a destra e installando il software sul computer. Per un elenco di esami disponibili e informazioni sul prezzo e sulla disponibilità, consulta il sito Web della certificazione Solidworks.Questo webinar, primo del suo genere, ha posti limitati. Consigliamo di iscrivervi per acquisire la possibilità di partecipare (link a pagina di iscrizione)

JANE AUSTEN SULLA NUOVA BANCONOTA DA 10 STERLINE

Ven, 07/21/2017 - 17:02
La Banca d’Inghilterra,  banca centrale del Regno Unito, ha mostrato per la prima volta la nuova banconota da 10 sterline durante un evento alla cattedrale di Winchester. Posto decisamente insolito per un occasione di questo tipo, ma non privo di significato, dato che nella cattedrale è sepolta proprio Jane Austen, la celebre scrittrice inglese, che viene ritratta sulla banconta. Inoltre il giorno non è stato scelto a caso, dato che nel giorno dell'evento ricorreva il 200° anniversario dalla sua morte.



La Banca d’Inghilterra annunciò già da tempo di voler ritrarre la celebre scrittrice, un fatto  considerato una vittoria dai movimenti di diritti umanitari, che chiedevano da tempo che comparissero più donne sulle banconote del Regno Unito. Oltre alla banconota, la zecca inglese ha prodotto anche una serie limitata di monete da 2 sterline raffiguranti la scrittrice.
Questa banconota è la seconda, insieme alle 5 sterline raffigurante Winston Churchill del  2016, ad essere realizzata con polimeri che aumentano la durata delle banconote  oltre a diminuire le possibilità di contraffazione. Alcuni gruppi ambientalisti hanno protestato perché le banconote conterrebbero grasso animale: una petizione che chiede alla banca centrale di trovare un modo alternativo per produrre le banconote ha raccolto più di 100 mila firme.
La nuova banconota è sensibile anche contro i diversamente abili, come i non vedenti, dato che è possibile dentificarla tramite il tatto. Nel 2020 è prevista l’introduzione della nuova banconote da 20 sterline, dove ci sarà l'effige del pittore inglese JMW Turner.






PORTALE UNIVERSITARIO: LA WEBZINE DI CHI STUDIA E LAVORA ALL'UNIVERSITÀ

Mer, 07/19/2017 - 17:53
Il webmagazine portaleuniversitario.it è una rivista dedicata a tutti coloro che studiano o lavorano all’università o sono interessati a entrare nel mondo universitario. Verranno pubblicati articoli relativi ai corsi universitari proposti dalle università telematiche e tradizionali, le novità sui test d’ingresso, i risultati e i premi conseguiti dai ricercatori universitari e tante altre notizie.

Nata con l’obiettivo di diffondere una maggiore conoscenza del mondo universitario, la WebZine si propone di essere un punto di riferimento nell’informazione universitaria, comunicando le novità sui corsi universitari, le ultime scoperte, le ricerche più interessanti e le occasioni per entrare negli incubatori universitari. Spazio verrà anche dato ai bandi universitari, sia per progetti di ricerca sia di ogni altro tipo, affrontando il mondo dell’università a 360 gradi. 
Fra le categorie che susciteranno sicuramente maggiore interesse troviamo quella relativa alle novità del mondo universitario, come il recente sciopero promosso dai professori universitari per ottenere lo sblocco degli stipendi, le novità relative ai test d’ingresso delle varie facoltà, i nuovi corsi delle università telematiche e tradizionali e molto altro. Allo stesso modo, sarà dato ampio spazio ai bandi provenienti dalle università, sia per la ricerca di professori e ricercatori, sia per attività correlate, come la manutenzione dell’università stessa. Saranno pubblicate inoltre notizie provenienti dagli incubatori universitari, con commenti e interviste alle startup che ne escono con progetti di successo e tecnologicamente innovativi. 
Ogni argomento che riguarda il mondo universitario sarà trattato dalla redazione di Portale Universitario, che si avvarrà anche della consulenza di professori, studenti delle varie università, startupper, economisti, imprenditori per poter approfondire al meglio tutto ciò che fa parte del mondo università, consentendo a chi vuole studiare o lavorare di scegliere l’università più adatta alle sue esigenze. Allo stesso modo la redazione è a disposizione di studenti che vogliono una consulenza sull’università e sul corso più adatto a loro, ma anche delle aziende che vogliono promuovere la formazione dei propri dipendenti.

STAR TREKKING_WORKSHOP ASTRONOMICO ALLA TERRAZZA DELLE STELLE

Mer, 07/19/2017 - 10:57
Alla Terrazza delle Stelle, due giorni di approfondimento dedicato agli appassionati, dal 26 – 28 agosto 2017 - Iscrizioni entro martedì 1 agosto 


Appuntamento di fine estate con il workshop astronomico alla Terrazza delle Stelle, che dal 26 al 28 agosto chiama a raccolta esperti e appassionati di stelle e pianeti per approfondire diversi argomenti di astronomia teorica e pratica, in collaborazione con il Museo Astronomico di Roma. Il workshop, a pagamento, sarà accompagnato da eventi musicali, escursioni e momenti conviviali. Curatori e docenti del progetto sono Stefano Giovanardi, astronomo e curatore scientifico del Planetario e Museo Astronomico di Roma e Gianluca Masi, astronomo e curatore scientifico del Planetario e Museo Astronomico di Roma e direttore del Virtual Telescope Project. La speciale serata evento “Astroconcert” si terrà il 24 agosto presso il MUSE Museo delle Scienze di Trento con la partecipazione di Angelina Yershova, compositrice, pianista cantante, sound artist.
Il programma si articola su tre giorni e comprende un primo incontro di introduzione sull’osservazione del cielo, momenti di approfondimenti sui telescopi (montature, schemi ottici ecc), cena con “caccia al tesoro”, un’escursione sulla piana delle Viote, osservazione del Sole. E inoltre, un laboratorio pratico di astrometria basato su osservazioni del Tenagra Observatories, elementi di fotografia astronomica e un laboratorio pratico di spettroscopia basato su osservazioni del progetto Virtual Telescope.
Tutte le info, il programma e le tariffe su www.muse.itIniziativa rivolta ad appassionati ed esperti (età minima 15 anni)

Stefano Giovanardi

L'astronomia è sempre stata la sua passione. Fin dall'età di nove anni Stefano Giovanardi voleva fare l'astronomo. Riminese, 28 anni, una laurea in astronomia con lode a Bologna, ha scoperto con due colleghi il pianetino Near Earth 1994 Qc. Dal '99 frequenta il PhD in astronomia presso la Columbia University di New York. Nel tempo libero ama suonare il piano.

Gianluca Masi

Astrofisico e divulgatore scientifico italiano, è curatore scientifico del Planetario e Museo Astronomico di Roma e ha fondato il Virtual Telescope Project, di cui è il responsabile scientifico.Masi compie regolarmente osservazioni dall'osservatorio Bellatrix di Ceccano in Italia. Il Minor Planet Center gli accredita la scoperta di 25 asteroidi, effettuate tra il 1998 e il 2003, di cui parte in collaborazione con Franco Mallia e René Michelsen. La sua attività scientifica riguarda principalmente oggetti near-Earth, i pianeti extrasolari e le variabili cataclismiche.

SICUREZZA INFORMATICA: I MILLENIALS SONO PRONTI PER LE NUOVE SFIDE TECNOLOGICHE?

Mer, 07/19/2017 - 10:47
I Millennials, nome dato alla fascia demografica che comprende i nati tra il 1980 e il 2000, stanno maturando esperienze professionali che li porteranno presto a sostituire i propri genitori al timone di tutti i settori. Ma qual è la situazione nel campo della sicurezza informatica? 

L'immagine è tratta dalla ricerca coop: Millenials o no? Questo il dilemma

Secondo i ricercatori di ESET, il più il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell'Unione europea, molti professionisti esperti di sicurezza stanno raggiungendo l'età pensionabile, mentre molti degli studenti di oggi trovano più appetibile creare la tecnologia del futuro piuttosto che proteggere quella attuale. Eppure le statistiche dimostrano che la domanda di professionisti della cyber security sta crescendo 3,5 volte più velocemente rispetto al mercato del lavoro IT e 12 volte più velocemente rispetto al mercato complessivo del lavoro. Inoltre gli ultimi e famosi attacchi informatici come quello di WannaCryptor confermano quanto sia importante la sicurezza dei dati e la formazione di nuovi professionisti del settore.
Riequilibrare il settore
Secondo un recente studio del Centro per la Sicurezza Informatica e l’Educazione (CCE), il vuoto lasciato dai pensionati verrà colmato da una forza lavoro nella sicurezza informatica estremamente più diversificata rispetto a quella attuale, sia dal punto di vista della provenienza che del genere; infatti il 78% dei baby boomer (i nati tra il 1945 e il 1964) attualmente impegnati nel settore è Caucasico, mentre per i Millennials questa percentuale scende al 65%.
L’introduzione di giovani leve potrebbe aiutare inoltre a bilanciare la tendenza sul genere, considerato che fino al 2015 le donne hanno occupato solo una posizione su 10 nel settore della sicurezza informatica ma che queste rappresentano attualmente più della metà della popolazione e dell’attuale forza lavoro.
Positivamente diversi
Secondo lo studio del CCE, i Millennials non sono solo una forza lavoro diversificata ma sono anche positivi e aperti al cambiamento: il 58% dei Millennials sono ottimisti rispetto alla ripresa delle loro società ad un anno da una violazione informatica (rispetto al 48% dei Boomers) e sono più propensi a cambiare volontariamente tipo di lavoro, non a causa della scarsa soddisfazione del loro impiego ma per ottenere maggiori vantaggi professionali.
Come sarà composto il settore nel futuro ancora non è chiaro. Ma lo studio appena citato ha rivelato che il 37% dei giovani adulti oggi considera più appetibile una carriera nella sicurezza informatica rispetto a un anno fa. E così, seppure sia acclarata l’esistenza di un significativo gap nelle competenze in materia di sicurezza informatica, l’entusiasmo e l’interesse per questo settore in continua crescita sono in deciso aumento. 
Per ulteriori informazioni sui Millennials e la sicurezza informatica è possibile visitare il blog di ESET Italia al presente link.

ZOO3D: LA RIVISTA ONLINE SULLA PROGETTAZIONE CAD/CAM, MECCATRONICA E STAMPA 3D

Mar, 07/18/2017 - 17:31
Da oltre 4 anni il web magazine blog.zoo3d.it è una rivista online dedicata a tutti coloro che si occupano, in Università o nell'industria, di tecnologie CAD/CAM, Stampa 3D, Robotica, Meccatronica e software di progettazione quali SolidWorks, OrCAD, SketchUp e altri. 

Qui è possibile trovare articoli relativi ai software principali di progettazione e disegno CAD, le novità relative alla robotica e alla stampa 3D. è possibile anche trovare webinar dedicati alla presentazione e spiegazione di numerosi sofware di disegno CAD adatti a ogni esigenza. 
Nata con l’obiettivo di diffondere notizie relative alla stampa 3D, ZOO3D nel corso del tempo si è evoluta affrontando vari argomenti come il disegno CAD/CAM sia a livello amatoriale sia a livello professionale, Industria 4.0, robotica e domotica, si propone di pubblicare notizie sulle ultime novità relative a questi argomenti, seguendo i trend tecnologici e le ultime novità del settore. Ampio spazio troveranno le interviste con i produttori dei software e delle macchine utensili usate a livello industriale e privato, gli innovatori, i creatori delle ultime novità tecnologiche e software. Sarà dato ampio spazio alle fiere di settore, sia per maker privati sia a livello professionale. 
Fra le categorie che susciteranno sicuramente maggiore interesse troviamo quella relativa alle recensioni dei vari software, utili per comprendere quali siano quelli adatti alle necessità di ognuno. Sarà dato ampio spazio agli eventi e alle novità proposte nelle fiere di settore, gli aggiornamenti e le nuove versioni dei software dei software principali. Le interviste ai produttori e distributori dei software CAD/CAM, delle macchine utensili e delle componenti robotiche saranno una costante, in modo da approfondire al massimo l’argomento parlando con chi li sviluppa e li distribuisce. 
Ogni argomento che l’innovazione tecnologica CAD/CAM, la stampa 3D e la robotica sarà trattato dalla redazione di ZOO3D, che si avvarrà anche della consulenza di esperti del settore, professori universitari e giornalisti per fornire ai lettori i contenuti che cercano.
Dal digitale al reale la rivista tratterà i temi della cosiddetta Industria 4.0 
Secondo Gartner, infatti, l'Industria 4.0 sta continuando ad attingere alle tecnologie più evolute degli ultimi anni: dalla Stampa 3D alla progettazione in Cloud.. Già lo scorso anno la società d’analisi aveva previsto che questo mercato sarebbe cresciuto del 108%. Non si trattano di percentuali azzardate, ma realistiche. In parte già avveratasi. Dall'industria dell'automotive, che trascina letteralmente tutti gli altri comparti industriali, fino ad arrivare alle biotecnologie che coinvolgono università e impresa.
Insomma una sfida annunciata, che creerà milioni di nuovi posti di lavoro. Non per niente si applica ormai da anni quello che in gergo è chiamato "Smart Manufactoring" e le aziende sono alla ricerca di esperti che sappiano come sfruttare le applicazioni dell'Internet of Things, del machine-to-machine del cloud computing, fino  all’automazione avanzata (ad es. quelli della robotica industriale), della meccatronica e della Stampa 3D come strumenti per ritrovare competitività e innovazione.

LA PASSIONE PER LA SCIENZA DI ENRICO MENTANA E GLI ANTIVACCINISTI

Mar, 07/18/2017 - 16:32



Riportiamo un messaggio di Enrico Mentana apparso da poco su Facebook. Non farà piacere agli antivax / freevax più estremisti, ma piacerà a chi il cervello invece  lo usa.

"Vorrei venisse rispettato il diritto di credere nella scienza, nella medicina e nelle loro istituzioni internazionali, senza guardarli sempre come uffici di rappresentanza di inconfessabili interessi delle grandi case farmaceutiche o di Grandi Fratelli di ogni ordine e grado".

"Sono abbastanza vecchio per ricordare cosa c'era prima delle grandi vaccinazioni obbligatorie nel nostro paese, e non dimenticherò mai quella mattina in cui mi fu dato lo zuccherino di Sabin, o di quella iniezione al braccio di cui conservo, come milioni di altri italiani, la cicatrice antivaiolosa. Erano per me gli anni della scuola dell'obbligo: già, è strano come ora la parola obbligo sia vissuta come un sopruso, mentre allora era legata a conquiste per tutti, la salute, l'istruzione..."
"La legge che introduceva l'antipolio obbligatoria a un anno è del 1966, cinque anni prima che nascesse il ministro Lorenzin. Fu una grande conquista, che permise di sterminare quel flagello in un decennio. Quelle esperienze vaccinarono idealmente noi futuri genitori alla fiducia. Ed è anche per questo che in tutti i paesi come il nostro, anche dopo la fine dell'obbligatorietà, il livello di vaccinazione volontaria è sempre stato superiore al 90%, garantendo l'ormai ben nota indennità di gregge fino all'allarmante declino di questi ultimi anni. Non eravamo, né siamo diventati babbei o corrotti. Sapevamo e sappiamo di cosa parliamo. Volete fare le vostre battaglie? Nessuno ve lo impedisce. Ma non pretendete di essere i portatori di una verità rivelata in terre di infedeli. Per molti che non amano gli studi, i nomi di Jenner, Pasteur, Sabin richiamano al massimo delle vie o delle piazze."

"La passione per la scienza, o almeno il rispetto per i suoi risultati, consiglierebbero di tener conto della possibilità che il mondo non sia tutto un complotto, e che voi non siate i paladini chiamati a sconfiggere la cospirazione. Rispettate gli altri, se volete rispetto".

Sull'argomento
NOVAX E FREEVAX? ESISTEVANO GIÀ 188 ANNI FA 

SOLIDWORKS: 7 SEGRETI PER CREARE MANUALI D'ISTRUZIONI SOPRENDENTI

Mar, 07/18/2017 - 14:13
Hai un prodotto di eccellenza che vorresti immettere sul mercato ma il manuale di istruzioni è un incubo per te? In questa splendida infografica realizzata da Nuovamacut, ecco i 7 segreti utilizzati dai migliori disegnatori di manuali di istruzioni. Nuovamacut è una azienda nata nel 1955 con 10 diverse sedi, un team che supera le 140 persone e oltre 7.000 clienti. È il primo rivenditore certificato Dassault Systèmes per SolidWorks in Italia.



1. Utilizzare gli strumenti giusti

Con il giusto software è possibile creare illustrazioni complete, impostare la prospttiva e visualizzare correttamente le viste. Assicurati di esportare i disegni come immagini vettoriali.

2. Utilizzare colori distinti

I colori giocano un ruolo importante per poter installare correttamente un prodotto. Se utilizzi solo il bianco e il nero inserisci una legenda nel manuale.

3. Aggiungere sempre il testo

Un' immagine dev'essere sempre tradotta in testo. Inoltre ricordati di aggiungere sempre gli avvertimenti di sicurezza sul prodotto

4. Evita un approccio a fumetti.

Pensa sempre a un tema: la comunicazione basata su un argomento in un manuale tecnico utilizza un approccio modulare. In questo modo tutto il contenuto è strutturato intorno ad un argomento e non solo intorno a delle illustrazioni.

5. Non illustrare il tuo manuale
Il manuale deve essere progettato con viste e modelli 3D. Quindi crea disegni comprensibili prospettici e non a mano libera.

6. Fai una promessa
Inizia il tuo manuale partendo da un'immagine del prodotto finito, in modo da mostrare all'utente qual sarà il risultato finale

7. Utilizza linee guida

Ricordati di utilizzare le linee guida: il logo della tua azienda, caratteri e colori specifici e diversi tipi di evidenziazione. Non dimenticare anche l'utilizzo delle diverse lingue e dei sistemi di misura diversi dai tuoi

SolidWorks Composer è un degno alleato del progettista per la redazione di manuali tecnici e documentazione di qualsiasi prodotto.Potrete iniziare a preparare il manuale molto prima che sia del termine della progettazione del prodotto.
L'integrazione con SolidWorks CAD 3D è fondamentale per chi progetta: tutte le modifiche che verranno fatte al progetto infatti andranno ad aggiornare in tempo reale anche la documentazione tecnica. Infine, non dovete per forza avere una formazione tecnica ad hoc, SolidWorks Composer è facile da usare, e addirittura lo può usare l'ufficio marketing della vostra azienda.

Pagine