BambinoProgettoSalute

             
 

Gravità Zero

Abbonamento a feed Gravità Zero
Divulgazione scientifica, innovazione, tecnologia, economia, impresa, medicina, bufale, startup Unknownnoreply@blogger.comBlogger6211125
Aggiornato: 2 ore 49 min fa

SOLIDFACILE: LA VIA PIÙ BREVE PER IMPARARE A USARE SOLIDWORKS

Mar, 09/26/2017 - 18:24
Per valorizzare al massimo un software vasto e strutturato come
SolidWorks e renderlo facilmente utilizzabile fin da subito, SolidWorld, del gruppo THE3DGROUP, ha sviluppato e continua a far crescere “SolidFacile”, un corso multimediale su SolidWorks, tutto in italiano, costituito da oltre 1.000video-lezioni della durata di pochi minuti, in cui vengono spiegate in
dettaglio tutte le funzioni del software, le opzioni e le modalità applicative ed infine vengono forniti suggerimenti e proposti esercizi.
Rivolti a qualsiasi  utente, sia esso un principiante, progettista, dirigente o titolare di azienda, consente - secondo le proprie disponibilità di tempo - di arrivare più in alto possibile nella scala della conoscenza delle funzionalità di SolidWorks.

Una grande biblioteca formativa dalla quale ogni utente di SolidWorks può estrarre le informazioni necessarie per un uso ottimale dei comandi.

SolidFacile è uno strumento didattico efficace ed essenziale perché consente ad ogni operatore di diventare autosufficiente e raggiungere in breve tempo un elevato livello di competenza, senza perdite di tempo, proprio mentre lavora con SolidWorks.

SolidFacile è rivolto alle aziende che vogliono migliorare la propria competitività aumentando la competenza dei propri progettisti utenti. Con SolidFacile la formazione non è più un “ONE TIME EVENT” ma un processo continuo che ogni utente, sia esso un principiante, progettista, dirigente o titolare di azienda, gestisce secondo le proprie disponibilità di tempo per arrivare più in alto possibile nella scala della conoscenza delle funzionalità di SolidWorks.

SolidFacile agevola inoltre l’apprendimento e l’utilizzo delle nuove funzionalità rilasciando ad ogni nuova “release” un consistente numero di lezioni sulle novità di SolidWorks.
Grazie al servizio Cloud, SolidFacile è accessibile in qualsiasi momento, in ogni luogo e da qualsiasi dispositivo! Chi è in possesso di una licenza SolidFacile potrà guardare i video tutorial in streaming nel seguente sito: training.solidfacile.it
SolidFacile è disponibile in tre diversi pacchetti abbinati al software CAD 3D SolidWorks:

Qui alcuni esempi di video corsi SolidFacile.

La libreria di SolidFacile video corsi viene continuamente arricchita con nuovi argomenti ed aggiornata ad ogni rilascio delle versioni di SolidWorks, di cui vengono documentate tutte le nuove funzionalità introdotte.
Guarda alcuni esempi di video-corsi sui comandi di SolidWorks

Come funziona

SolidFacile è consultabile on-line da qualsiasi dispositivo ed è integrato in SolidWorks.

L’indice dei contenuti multimediale viene continuamente aggiornato alla pubblicazione di nuovi video.

È sufficiente quindi un collegamento internet attivo per avere sempre disponibili le novità più recenti.

MeetMeTonight 2017. TORNA L'APPUNTAMENTO DI MILANO CON LA SCIENZA

Mar, 09/26/2017 - 16:49
Presentato oggi a Milano il programma di MeetMeTonight 2017: il 29 e 30 settembre, ai Giardini Indro Montanelli di Via Palestro e al Museo della Scienza e della Tecnologia, oltre 120 attività gratuite per scoprire tutto il fascino della ricerca scientifica

È stata presentata oggi alla stampa nella Sala Alessi di Palazzo Marino la sesta edizione di MeetMeTonight, variante milanese della Notte dei Ricercatori promossa da Università Statale di Milano, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia e Comune di Milano.

Nel corso della conferenza sono intervenuti: il Vicesindaco e Assessore alla Educazione e Istruzione del Comune di Milano Anna Scavuzzo, il Rettore dell’Università Statale di Milano Gianluca Vago, il Direttore generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Fiorenzo Galli e il Presidente di Fondazione Invernizzi, quest’anno main sponsor di MeetMeTonight, Anselmo Stucchi.
Saranno due come di consueto le sedi di MeetMeTonight 2017: i Giardini “Indro Montanelli” di via Palestro, venerdì 29 e sabato 30 settembre, con stand, laboratori interattivi e talk, e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, con incontri, laboratori interattivi e performance venerdì 29 settembre.
Ricchissimo il programma delle attività per il pubblico, nate dalla creatività dei gruppi di ricercatori coinvolti e riguardanti una straordinaria varietà di tematiche, a dimostrazione di quanto la ricerca scientifica, in modi spesso inaspettati, incroci ogni aspetto, personale o sociale, della nostra esistenza. Oltre naturalmente ad essere una inesauribile fonte di fascino, curiosità e divertimento.
Attività ai Giardini Indro Montanelli. Insieme al pacifico esercito dei ricercatori che saranno a disposizione del pubblico nel laboratori interattivi, nei talk e negli incontri in programma, ai Giardini di Via Palestro si potrà sperimentare la scienza nel modo più congeniale ad ognuno, mettendo in gioco pensiero, manualità ed emozioni. Si potrà scoprire come la matematica possa aiutarci a prendere la decisione giusta, come mitigare gli effetti di un sisma sulle costruzioni, di quale materia sono fatte le stelle, come “inventare”, costruire e programmare un robot e in che modo nuovissimi robot “sociali” possono aiutare bambini con bisogni speciali, o, ancora, come generare un brano musicale con l’informatica, cucinare pop corn usando laser a bassa intensità o proteggere dagli intrusi il nostro smartphone.
Nei talk, moderati da Luigi Bignami e animati dai ricercatori di Statale, Bicocca, Politecnico e Bocconi, si parlerà di odio in rete, di urban food policy all’insegna della sostenibilità, della luce e dei suoni dei primi istanti dell’universo, della malattia di Giacomo Leopardi come cold case, di come hanno trovato casa gli animali sul pianeta, ma anche di Brexit e della scienza che si nasconde nell’Ultima Cena di Leonardo.
Novità di quest’anno la partecipazione a MeetMeTonight del Museo Civico di Storia Naturale. Oltre a prevedere per l’occasione due giorni di ingresso gratuito, il Museo Civico di Storia Naturale aprirà al pubblico spazi inediti e organizzerà visite speciali alle proprie collezioni di conchiglie, insetti e fossili (senza dimenticare gli immancabili dinosauri!). Tra gli eventi proposti dal Museo Civico anche due itinerari guidati dai botanici alla scoperta degli alberi secolari dei Giardini Montanelli, primo parco cittadino progettato per uso pubblico a fine Settecento e luogo amatissimo da generazioni di milanesi. Esordio a MeetMeTonight anche per il Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” e le Scuole Civiche di Milano, che animeranno due eventi musicali nella suggestiva cornice della volta stellata del Planetario la sera del 29 e del 30 settembre. Ingresso gratuito e molti incontri e attività, il 29 e 30 settembre, per festeggiare MMT, anche all’Acquario Civico di Viale Gadio.
Alle attività in programma ai Giardini Montanelli e ai 44 stand prenderanno parte oltre 500 ricercatori tra Statale, Politecnico e Bicocca ma saranno presenti anche molte altre realtà scientifiche italiane e internazionali, come Università Bocconi, Università IULM, Università Vita Salute, Policlinico di San Donato, Ospedale San Raffaele, Policlinico di Milano, INAF, IASF, ESO, Commissione Europea e il Joint Research Centre di Ispra.
Programma al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci. Il Museo dà voce al valore culturale e sociale della scienza, della tecnologia e alla cittadinanza scientifica mettendo al centro il coinvolgimento sempre più attivo dei cittadini nella ricerca. Fra i temi in programma ci sono la partecipazione alle scelte in tema di salute, la scienza a supporto della politica su fenomeni complessi come le migrazioni, gli esperti creati dalla Rete, le fake news. Si parlerà inoltre di viaggi verso Marte, teletrasporto, biobanche, agricoltura, città per vivere in salute, io digitale, medicina di genere, bambini e robot, futuro del trasporto pubblico.
Il programma offre un’ampia varietà di format sviluppati dal Museo in cui sono coinvolte università italiane e internazionali, istituti di ricerca come ASI, ESA, IFOM, IIT, INAF, INFN, Centro Cardiologico Monzino, Istituto Auxologico Italiano, Istituto Clinico Humanitas, Istituto Mario Negri, enti quali AIRC, Fondazione Filarete, Fondazione Cariplo, Fondazione Umberto Veronesi, Opera del Duomo di Firenze e imprese come Bayer, Novonordisk e Yakult. Ospiti speciali della serata saranno alcune star della ricerca vincitrici dei prestigiosi bandi ERC (European Research Council), la principale agenzia europea a sostegno della ricerca scientifica, e artisti del festival Resonances II in corso al Museo e organizzato dal Centro Comune di Ricerca (JRC) della Commissione Europea sul tema della fairness. Durante la Notte si svolgerà una sessione del Premio Prix Italia Rai e si terrà la presentazione pubblica, dopo il restauro e il trasporto al Museo, del maestoso telescopio Merz-Repsold, con cui Schiaparelli perfezionò i suoi studi del pianeta Marte.
«Il Comune rinnova l’impegno a collaborare per la promozione della ricerca e della divulgazione scientifica con l’obiettivo di coinvolgere grandi e piccini, istituzioni, imprese, famiglie e studenti» ha commentato Anna Scavuzzo, Vice Sindaco e Assessore all’Educazione e Istruzione del Comune di Milano. «La scienza è per tutti ed è compito di ciascuno contribuire a creare occasioni serie che accrescano il patrimonio culturale della città e, con esso, la qualità civica della nostra società».
«MeetMeTonight è una grande occasione – la più importante che ha Milano - di condivisione della passione per la scienza tra ricercatori e cittadini: è una festa – ha osservato Gianluca Vago, Rettore della Statale, quest’anno al coordinamento della manifestazione - ma è anche un'opportunità molto seria, da coltivare con cura, per scoprire il fondamentale ruolo che di questi tempi una corretta comunicazione e divulgazione della scienza può svolgere per favorire la crescita di una cittadinanza informata, che eserciti i propri diritto di scegliere in autentica e piena libertà e consapevolezza».
Fiorenzo Galli, Direttore generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ha dichiarato: «In una città internazionale come Milano, con un ruolo da protagonista nella ricerca, MeetMeTonight è l’evento principale per il dialogo tra scienza e società. Il Museo lavora quotidianamente e costruisce un programma in occasione della Notte dei Ricercatori per ispirare e valorizzare un coinvolgimento attivo dei cittadini nella ricerca, con una partecipazione basata sulla conoscenza e sulla cittadinanza scientifica».
Ha commentato Anselmo Stucchi, Presidente di Fondazione Invernizzi, main sponsor di MMT: «Siamo accaniti sostenitori dei giovani ricercatori, che finanziamo anno dopo anno dal 1991, anno di inizio della nostra attività: MeetMeTonight rappresenta in modo esemplare l’entusiasmo e la passione per la ricerca che da sempre condividiamo».


MeetMeTonight 2017
Giardini Indro Montanelli, Bastioni di Porta Venezia venerdì 29 settembre dalle 14.00 alle 22.00 sabato 30 settembre dalle 11.00 alle 21.00
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Via San Vittore 21 venerdì 29 settembre dalle ore 18 alle 24.
Tutte le attività di MeetMeTonight sono ad ingresso libero e gratuito.

MeetMeTonight è online all’indirizzo www.meetmetonight.it e sui social con l’hashtag #mmt17



Facebook: www.facebook.com/meetme2night



Twitter: www.twitter.com/meetme2night



YouTube: www.youtube.com/mmetonight


NOTTE DEI RICERCATORI 2017: TUTTA L'INAF C'É

Lun, 09/25/2017 - 18:27
Torna l’appuntamento con la Notte Europea dei Ricercatori, iniziativa promossa dalla Commissione Europea, che chiuderà il prossimo 29 settembre l’edizione 2017 della Settimana della Scienza. Seminari scientifici, mostre, laboratori, visite guidate si svolgeranno in tante delle sedi dell’Istituto Nazionale di Astrofisica sparse sul territorio italiano, con l’obiettivo di divulgare la scienza al grande pubblico e rendere più familiare la figura del ricercatore e il mondo della ricerca.

Da nord a sud gli appuntamenti sono tantissimi:
All’Osservatorio Astronomico di Brera presso l'Aula Magna del Museo di Storia Naturale, Giardini di Via Palestro, venerdì 29, dalle 16 alle 22, e sabato 30, dalle 16 alle 21, sarà possibile visitare la mostra “Grandi telescopi, grande scienza”, organizzata congiuntamente dall’Osservatorio Europeo Australe (Eso) e dal progetto europeo “Darklight”, finanziato dall’European Research Council (Erc). La mostra ci guiderà nel cuore dell’Universo e della sua straordinaria zoologia di forme e colori con gli occhi del VLT (Very Large Telescope), il telescopio all'avanguardia che ha portato a scoperte scientifiche straordinarie, come la gigantesca mappa dell’Universo creata e studiata dal progetto Darklight. Non mancherà uno sguardo al futuro, con immagini del progetto ELT (Extremely Large Telescope), l’enorme telescopio da 39 m di diametro in fase di costruzione da parte dell’Eso. E proprio per saperne di più su ELT sabato 30, dalle 17 alle 19, il responsabile di programma dell'ELT, Roberto Tamai dell'ESO, farà da guida d'eccezione alla mostra, per raccontare l’impresa del telescopio del futuro. Ne volete sapere di più e approfondire qualche tema astronomico? Volete sapere che cos’è l’energia oscura? Se c’è vita nell’Universo? Se davvero si può passare attraverso un buco nero? O quanti universi esistono? Allora, fa per voi l’iniziativa “Sì, ma l’Universo?”. Catturate un ricercatore (li vedrete in giro ben segnalati) e ponete loro qualsiasi domanda sul cosmo e sul cielo stellato, senza imbarazzo: siamo lì per voi! Per i bambini, infine, ecco “Colora il tuo Universo” con Martina Tremenda, la ragazzina terribile che esplora il cosmo inventata dall’Inaf. Con lei tutti i piccoli potranno essere protagonisti, colorando il proprio pianeta preferito da portare a casa; oppure disegnando una bandiera per la propria galassia preferita e ricostruendo, disegno dopo disegno, un modello in scala dello specchio dell’ELT. I ricercatori da catturare e il laboratorio con Martina Tremenda saranno attivi dalle 16 alle 22 il venerdì e dalle 16 alle 21 il sabato.Presso il Museo della scienza e della tecnologia Leonardo Da Vinci a Milano, venerdì 29 dalle 19:00 alle 20:30, presso l’Area Spazio si svolgerà l’inaugurazione della musealizzazione del telescopio Merz Repsold, utilizzato da Giovanni Virginio Schiaparelli alla fine del XIX secolo per i suoi studi del pianeta Marte. A seguire, nella Sala delle Colonne, si svolgerà l’incontro “150 anni col naso all’insù: dal telescopio di Schiaparelli agli strumenti astronomici di prossima generazione”, con il presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, con il responsabile tecnico del progetto europeo dell’ESO che costruirà in Cile il telescopio più grande e sofisticato mai realizzato e con alcuni scienziati che collaborano alla sua realizzazione e che lo utilizzeranno per indagare sempre più a fondo i segreti dell’Universo.Padova proprio il 29 settembre si concludono le celebrazioni per i 250 anni dell’Osservatorio Astronomico di Padova: ci saranno cacce al tesoro e robot spaziali per i più piccoli, si parlerà di storia, cieli da salvare, missioni da spedire nello spazio e galassie a forma di medusa per i più grandi, tutto fino a tarda sera. “Chi trova un pianeta, trova un tesoro!”, è la caccia al tesoro e laboratorio ludico/didattico per costruire gli esopianeti per bambini dai 5 anni in su che si svolgerà al Piano terra della Specola dalle 16:30 alle 19. “Cari Pianeti vicini e Lontani” è invece il titolo della tavola rotonda sullo sviluppo delle missioni spaziali future per l’esplorazione dei pianeti del nostro Sistema solare e per la scoperta di nuovi pianeti extrasolari che si terrà nel cortile interno dalle 19:00 alle 20:30. Dalle 19 alle 23, sempre nel cortile interno della Specola “Salvaguardiamo il cielo”, Astronome e astronomi padovani discuteranno con esperti ambientali sulle tematiche dell’inquinamento luminoso, partendo dalla prospettiva storica di 250 anni quando l’Osservatorio Astronomico fu istituito per arrivare alla situazione odierna. Dalle 19 alle 23 nella Sala Pigne ci sarà la presentazione “Galassie medusa e i buchi neri supermassicci” con filmati, simulazioni e proiezioni 3D dei recentissimi clamorosi risultati su queste galassie a forma di medusa che alimentano famelici buchi neri nascosti negli ammassi di galassie. In sala Jappelli dalle 19 alle 23 ci sarà la proiezione di video a immersione totale in 3D “Bepi Robot e altre sfide”, dove sperimentare il volo all’interno del satellite che esplorerà la superficie di Mercurio nei prossimi anni. Dalle 19 alle 23 nella Sala dell’Iscrizione della Specola si parlerà poi della trasformazione della Torre del Castello di Padova in Specola Astronomica 250 anni fa nell’incontro “Qui dove, 250 anni fa, sorse la Specola”. E sempre la Notte dei Ricercatori sarà l'occasione per inaugurare la nuova illuminazione della Specola patavina: appuntamento alle 20:30 nella Piazza d’Armi del Castello Carrarese, dove si terrà la cerimonia della prima accensione.Bologna la Notte dei Ricercatori si svolge dalle 18.00 alle 24.00 in vari punti chiave della citta`.Le attività curate dall'Inaf nell’ambito del  progetto SOCIETY saranno nel cuore della citta`, nel Cortile d'Onore di Palazzo d'Accursio e in Sala Borsa: sarà possibile immergersi nei paesaggi di altri pianeti utilizzando la realtà virtuale e modelli 3D, andare a caccia di onde radio, visitare il cosmo comodamente seduti nel planetario e per i più piccoli costruire costellazioni che si illuminano e creare mappe a colori dell'Universo. Alle 21.00 nell'Auditorium Biagi di Sala Borsa si potrà partecipare all'evento congiunto Inaf/Infn “L'Universo oscuro: viaggio ai limiti della nostra conoscenza del Cosmo” una conversazione tra fisici e astrofisici sul tema della Materia e dell'Energia Oscura, con intervalli musicali e collegamento in streaming con il Cern. Nel Lazio l’Osservatorio Astronomico di Roma e l’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali organizzano diverse attività partecipando al progetto Made in Science, organizzato da FrascatiScienza. Da lunedi 25 a venerdi 29 l’Inaf-Iaps in collaborazione con l'Associazione Speak Science organizza (su prenotazione) presso le Mura Valadier, a Frascati,“Pianeti in una stanza”: verranno proposti alle scuole spettacoli astronomici e laboratori didattici sul Sistema solare e sulla sua esplorazione con il simulatore di pianeti.  L’appuntamento venerdì 29 e sabato 30 sarà anche con i più grandi. Il simulatore di pianeti verrà presentato in una serie di conferenze/spettacolo. In scena, i temi di frontiera della ricerca scientifica legati al Sistema solare e all'esplorazione spaziale, come le ultime immagini della sonda Cassini scomparsa da poco nell'atmosfera di Saturno, i dati di Juno dall'orbita di Giove o le future ricerche di Bepi Colombo, che presto partirà per Mercurio.  Sarà inoltre visitabile la mostra “In Viaggio con Cassini” realizzata in collaborazione con l'Associazione Stellaria, per celebrare insieme il gran finale della sonda Cassini-Huygens. A completamento della mostra verranno presentati alcuni dei principali progetti spaziali e di ricerca dell'Istituto, tra cui il progetto europeo AHEAD, con la proiezione del premiato documentario per planetari "L'Universo Caldo e violento". Venerdì 29, in collaborazione con il CNR-ARTOV sarà possibile visitare i laboratori di ricerca dell'Inaf-Iaps ospitati presso ARTOV, Area di Ricerca di Tor Vergata (via Fosso del Cavaliere 100, Roma). Presso la sede dell’Osservatorio Astronomico di Roma, venerdì 29, l’appuntamento è con “ASTROJukeBox”: i ricercatori incontreranno il pubblico, presso l'Osservatorio e organizzeranno un vero e proprio talk show, con ricercatori a rispondere alle domande più svariate del pubblico, secondo le loro curiosità, spaziando dal Sistema solare al Big Bang fino ai buchi neri. Alla fine della conferenza, meteo permettendo, si potranno effettuare osservazioni astronomiche ai telescopi dell'Osservatorio. Sabato 30 andrà in scena presso le Scuderie Aldobrandini (Piazza Guglielmo Marconi 6, Frascati) “Dancing Universe” spettacolo ideato dalle ricercatrici astronome dell’Osservatorio. All’Inaf di Capodimonte laboratori, esperimenti, conferenze e osservazioni. Venerdì 29 dalle 18 sino a tarda sera, l’Osservatorio invita grandi e piccini a “toccare con mano” l'Universo. Ricco e vario il programma delle attività. Nel pomeriggio saranno organizzati alcuni cicli di laboratori per bambini per avvicinarli e incuriosirli al mondo delle stelle e delle galassie e a seguire visite guidate alle strutture storiche e al MuSA (Museo degli Strumenti Astronomici) e alla scoperta delle pagine più belle e significative della storia dell’astronomia attraverso i testi rari e di pregio della Biblioteca Antica. Gli astronomi di Capodimonte condurranno una serie di esperimenti interattivi e multimediali per illustrare i segreti del cosmo a cui si affiancheranno gli esperimenti di ottica e di fisica dei PONYS (Physics and Optics Naples Young Students) che condurranno gli appassionati all'osservazione dei raggi cosmici e le lezioni pratiche dell'UAN (Unione Astrofili Napoletani) per orientarsi nel cielo di Napoli. Inoltre una serie di piccole lezioni scientifiche tenute dagli astronomi di Capodimonte illustreranno le varie attività di ricerca in corso e le più recenti scoperti scientifiche. Insieme alla visita alla cupola con il telescopio da 40cm dell'Osservatorio si potrà osservare il cielo notturno ammirando la Luna e suoi crateri, Saturno e i suoi anelli.All’Osservatorio Astrofisico di Catania il 26-27-28 settembre sarà possibile fare visite pubbliche presso la sede M.G. Fracastoro di contrada Serra la Nave (dalle 19 alle 23). Il programma prevede la visita della struttura e l’osservazione di corpi celesti con il telescopio Meade-40 e del cielo a occhio nudo sotto la guida di astronomi dell’osservatorio. Il 29 settembre è prevista inoltre l’apertura della sede "A. Riccò" di Catania (dalle 18 alle 23). Il programma prevede conferenze pubbliche, l'osservazione della Luna con la barra equatoriale, l'esposizione dei pannelli del Solar System Tour e un incontro con gli astronomi dell’osservatorio per rispondere alle domande del pubblico sui temi della moderna ricerca astrofisica.Sempre in Sicilia l’ Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Palermo parteciperà alla Notte dei Ricercatori il 29 settembre con varie attività. "Tra stelle di neutroni, buchi neri ed esplosioni cosmiche con i ricercatori dell'Inaf-Iasf Palermo", visita" guidata alle attività di ricerca dell'istituto con l'aiuto di video, poster e modellini, si svolgerà nella sala Tineo dell'Orto Botanico di Palermo. "Verso l'infinito e oltre! Esplorazioni nello spazio" è invece il laboratorio Astrokids che si svolgerà nella sala Tineo dell'Orto Botanico: i piccoli ospiti verranno invitati a creare e osservare crateri, pianeti e costellazioni. Due presentazioni per la Science Happy Hour si svolgeranno poi presso il “Caffè Internazionale” di Palermo: “The dark side of the universe: materia oscura ed energia oscura” e “Il grande, il piccolo, l'io: storia del Cosmo a uso dei suoi abitanti”.L’Osservatorio Astronomico di Palermo ha organizzato invece i seguenti eventi, vari talk nell’ambito di Science Happy Hour“Le radici cosmiche della vita”“Come nascono le Stelle”“L'era degli esopianeti”. Ci sarà poi lo Star partycon osservazioni ai telescopi a cura di Mario Guarcello e Tiziano Zingales, con la collaborazione di Science & Joy. Per Art & Science Attack , nello stand curato dall’Osservatorio ci sarà poi il Laboratorio Astrokids: “I detective della luce”: insieme a Martina, l'esploratrice spaziale creata dall'Inaf, scopriremo tutti i colori della luce, cosa vuol dire lunghezza d'onda e perché le stelle non sono tutte gialle come il nostro Sole. La serata finirà in musica con un concerto degli Ex Rei, gruppo di astronomi/musicisti dell'Inaf Osservatorio Astronomico di Palermo e dell'Università di Palermo.Per concludere, l’Osservatorio Astronomico di Cagliari venerdì 29 aprirà le porte al pubblico già dal pomeriggio, mettendo a disposizione il suo personale di ricercatori, tecnologi e tecnici per chiacchierare con i visitatori e raccontare le attività scientifiche e tecnologiche portate avanti al suo interno. In contemporanea, per i più piccoli verranno realizzati dei laboratori del format Astrokids. La serata proseguirà poi con una visita al Museo degli strumenti storici dell'Osservatorio, uno spettacolo al Planetario e si chiuderà con l'osservazione del cielo ai telescopi. Inoltre, durante la giornata sarà possibile visitare il Sardinia Radio Telescope, in località San Basilio, secondo tre turni di visita (due al mattino ed uno al pomeriggio), per scoprire caratteristiche ed obiettivi scientifici e tecnologici di questo straordinario strumento.

PROGETTO LEGALITÀ: LA CORRUZIONE SPUZZA

Lun, 09/25/2017 - 16:43
L'Associazione Bang (cultura della legalità) con SDL Centrostudi, partner dell’iniziativa, organizza il 5 ottobre 2017 alle ore 21.00 a Cernusco Lombardo, in provincia di Lecco, la giornata di studio “La corruzione spuzza".
Ospiti della serata: Raffaele Cantone (Presidente dell’Autorità Nazionale AntiCorruzione) Francesco Caringella (Consigliere di Stato)
Presso il Cine-Teatro San LuigiVia Lecco, 45. Cernusco Lombardo (LC)

Ad accompagnare gli ospiti vi saranno Piero Calabrò e Roberto Romagnano, co-organizzatori e responsabili del “Progetto Legalità” (www.progettolegalita.com), che dal 2012 si propone l'obiettivo di una riflessione collettiva e partecipata in Lombardia sui temi della corruzione e della presenza mafiosa nell'economia, nella politica e nella società.
L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti e come di consueto sarà possibile seguire la diretta streaming sulla pagina Facebook @progettolegalitabrianza o il live twitting sul profilo Twitter di Progetto Legalità.
SDL Centrostudi, partner dell’iniziativa, è una società all’avanguardia specializzata nell’analisi delle problematiche attinenti i rapporti con il sistema finanziario e bancario e nella lotta all’anatocismo, di ristrutturazione del debito delle imprese, del sovraindebitamento, dell’esdebitazione e di ogni aspetto del contenzioso tributario, offrendo sostanziali e concrete soluzioni.

BONUS CULTURA: 500 EURO ANCHE AI RAGAZZI NATI NEL 1999

Lun, 09/25/2017 - 13:55
Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 18 settembre dei criteri di utilizzo della carta elettronica è stato ufficialmente sbloccato il programma 18App, ovvero il bonus cultura da 500 euro, anche per i nati nel 1999. 

Il regolamento del bonus cultura da 500 euro è stato ampliato anche ai nati nel 1999 per effetto del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 agosto 2017, n. 136 che ne regola i requisiti e le modalità di fruizione. Dal 19 settembre 2017, i nati nel 1999 (che compiono quindi 18 anni entro il 31 dicembre 2017) possono iscriversi sulla piattaforma 18App per richiedere e usufruire del bonus cultura.
Con il ritorno sui banchi di scuola riparte anche la carta del docente, il bonus da 500 euro dedicato agli insegnanti di ruolo degli istituti scolastici. Dal 14 settembre è infatti stata riattivata la piattaforma tramite cui i docenti possono richiedere la carta elettronica introdotta con la riforma della 'Buona scuola' per la loro formazione e il loro aggiornamento professionale. Come funziona?
Per prima cosa i docenti, per usufruire del bonus, devono richiedere l'attribuzione dell'identità digitale (credenziali Spid), rivolgendosi a Infocert, Poste Italiane, Sielte o Tim. I quattro soggetti (che vengono chiamati Identity Provider) offrono diverse modalità di richiesta. Basta andare su Spid.gov.it/richiedi-spid per trovare tutte le informazioni aggiornate su dove e come richiedere le credenziali Spid.
Con l'identità digitale si può così accedere alla piattaforma informatica dedicata cartadeldocente.istruzione.ite iniziare a creare buoni elettronici fino a 500 euro. Ad ogni beneficiario è infatti attribuita una Carta elettronica utilizzabile, attraverso buoni di spesa, presso le strutture inserite in un apposito elenco di esercenti fisici e online che aderiscono all'iniziativa.
I buoni di spesa sono quindi generati dal beneficiario, che deve inserire i dati richiesti sulla piattaforma elettronica; quando l'esercizio commerciale o il luogo culturale accreditato accetta il voucher si riduce il credito disponibile. Nell'area autenticata dell'applicazione web può essere sempre controllato lo stato del bonus docenti verificando l'importo residuo a disposizione per ulteriori acquisti e l'elenco dei buoni prenotati e validati.



Come riporta La Repubblica, però, il Bonus Cultura attira solo il 61% del primo giro - la classe '98 - l'ha richiesto (poco più di 351 mila ragazzi). Sono avanzati 114 milioni su 290 milioni stanziati.

E dei bonus prenotati, la metà sono ancora da spendere: circa 90 milioni di euro. Hanno ancora tre mesi per farlo, a un ritmo medio di un milione di euro al giorno. Tra università e Natale non dovrebbero esserci particolari problemi. Ma molti giovanissimi attendevano il decreto sul bonus gemello per quelli del '99, così da puntare sulla musica, dallo streaming agli album digitali. Niente compact disc, dovranno ripiegare su libri e cinema, di gran lunga le scelte più gradite (77% e 18%).

NON C’È SPAZIO PER SENTIRSI SOLI

Sab, 09/23/2017 - 17:03
La risata per mettere a tappeto il rischio della solitudine. Lunedì 25 settembre, in occasione della “Giornata regionale contro le solitudini”, l’Irccs offrirà ai pazienti uno spettacolo di comicità


Una combinazione vincente di umorismo e riflessione renderà più che straordinario il pomeriggio di chi è abituato a prendere schiaffi in faccia dalla vita. Per omaggiare la “Giornata regionale contro le solitudini”, istituita nel 2012 su proposta dell’associazione barese “Giraffah!” e fiore all’occhiello della sola regione Puglia, lunedì a partire dalle 18 la scrittrice, drammaturga e comica pugliese Daniela Baldassarra, spirito solare e con il vizio di ragionare su tematiche impegnate, regalerà ai pazienti dell’Oncologico il monologo brillante dal titolo “Zero a Zero”.

Perché l’ironia non conosce il graffio della solitudine, né il velo della noia. «Abbiamo scelto questo ospedale non di certo perché c’è solitudine; conosciamo il grande lavoro che il personale medico, paramedico e amministrativo già effettua positivamente e giornalmente sulla tematica delle solitudini- spiega Maria Pia Vigilante, Presidente di “Giraffah!”- Ma solo perché c’è il rischio della solitudine, qui come altrove». E allora, come scongiurare questo pericolo? «Con l’ironia- suggerisce la Baldassarra- Certo si cammina sempre sul filo sottile tra irriverenza e blasfemia, ma la risata ha il potere di aggregare le persone. E poi, la comicità si fa ascoltare persino dagli uomini che, invece, di fronte ad altri tipi di discorsi si fingono morti» continua l’artista che proprio nel “Giovanni Paolo II” ha trovato cibo per la sua battaglia di annientamento delle più svariate forme di disagio: un obiettivo contro cui, da anni, anche l’Istituto sta lanciando i propri strali. 
Lo spettacolo di lunedì, presentato negli anni passati anche nelle carceri baresi e nelle scuole, segnerà uno scossone nella giornata tipo dei degenti. «La solitudine è diventata un elemento caratterizzante la nostra società; riguarda tante persone che riescono in maniera più o meno efficace a reagire, ricercando nuovi equilibri - spiega il Direttore Generale Antonio Delvino - Quando la solitudine riguarda una persona ammalata di tumore, la sofferenza raggiunge livelli intollerabili- L’Istituto Tumori di Bari si è posto sempre l’obiettivo di combattere la solitudine e ha trovato un formidabile alleato nella associazione “Giraffah!” che ha posto al centro della propria attività il contrasto di tutte le forme di solitudine e che utilizza efficacemente l’arma dell’ironia per portare a riflettere su tale devastante problematica e per stimolare in tutte le persone di buona volontà l’impegno a combattere la solitudine».
Un momento di riflessione dal forte valore simbolico in un ospedale che continua a ribollire di stimoli per i pazienti: «A quanti non avranno la possibilità di raggiungere la sala conferenze, location dello spettacolo, sarà garantita la possibilità di vedere in diretta, in tutte le stanze di degenza, la performance- assicura il dottor Attilio Guarini, Direttore del reparto di Ematologia, nonché gancio tra l’associazione e l’Istituto- Con le sole terapie, la guerra della malattia si può vincere così come si può perdere; ma c’è una battaglia che si vince sempre, ed è quella che fa leva sull’umanità, sul benessere morale dei pazienti».


COMPRENSIONE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI FOTONICI COMPLESSI

Sab, 09/23/2017 - 17:00
Penultimo appuntamento con la Lake Como School of advanced studies, l’iniziativa promossa dalla Fondazione Alessandro Volta di Como che realizza attività di formazione post universitaria rivolte a giovani ricercatori: dal 25 al 29 settembre Villa del Grumello a Como ospiterà la scuola “Complexity in nonlinear photonics”

Amplifier Photo Multiplier Measurement Photon Tube



.
Lo studio dei sistemi non lineari complessi, che vanno dal cervello alle reti ottiche, è un campo emergente della scienza. La fotonica è una tecnologia fondamentale che definisce e trasforma la vita di tutti i giorni, introducendo prodotti base e servizi basati, appunto,sulla fotonica.
L'obiettivo della scuola è quello di riunire esperti di emergenti tecnologie fotoniche e fisica fondamentale per condividere con giovani ricercatori le loro conoscenze e approcci interdisciplinari per la comprensione e la progettazione di sistemi fotonici complessi. Le aree coperte dalla summer school comprendono la complessità dei sistemi di comunicazione ottica, tra cui temi come la trasformata non lineare di Fourier e la trasmissione su fibre multimodali, la complessità dei sistemi quantistici emulati nella fotonica (tra cui l’informatica ottica), sistemi di PT-simmetrici, la complessità di nuovi materiali emergenti e componenti, come meta-superfici e micro-risonatori.

NUOVE FRONTIERE IN MEDICINA: SI PARLERA’ DI APPROCCI “PAZIENTE-CENTRICI” IL 3 E 4 OTTOBRE, AL SYNLAB CAM MONZA

Sab, 09/23/2017 - 16:59
Due incontri rivolti a pubblici differenti, ma uniti da un obiettivo comune: approfondire una nuova tipologia di medicina, capace di indagare il passato e il presente del singolo paziente, al fine di orientare in maniera personalizzata prevenzione e cure 

C’è grande fermento presso la sede di Viale Elvezia di SYNLAB CAM Monza, in vista del 3 e 4 ottobre, date in cui la struttura ospiterà due appuntamenti, uno rivolto ai medici e l’altro al pubblico, finalizzati a indagare le più attuali frontiere della medicina e, più precisamente, di quella medicina cosiddetta “paziente-centrica”.

“Le nuove medicine – omiche per il Benessere” è il titolo del convegno gratuito e aperto a tutti che si terrà mercoledì 4 ottobre alle ore 19:30 presso l’Auditorium della sede monzese di Viale Elvezia. Al centro dell’attenzione una “nuova medicina”, che consente di essere più consapevoli del proprio stato di salute e di conoscere le proprie suscettibilità individuali per modificare di conseguenza i quotidiani stili di vita. Il paziente diviene così protagonista del proprio percorso di miglioramento e responsabile del proprio benessere, grazie a un approccio totalmente personalizzato: discipline emergenti come la Genomica, la Metabolomica, la Microbiomica e la Proteomica permettono oggi di cogliere la complessità e specificità del singolo, per costruire un iter di salute unico e irripetibile.
Durante il convegno si rifletterà sugli attuali strumenti diagnostici e predittivi, sulle applicazioni pratiche ad aspetti di vita quotidiana, fino ad approfondire “IO Medicina su Misura”: un servizio innovativo di medicina personalizzata presentato da SYNLAB CAM Monza in anteprima a giugno quale percorso unico sul territorio, dedicato a chi desidera diventare protagonista della propria salute.

La serata sarà avviata dal dr. Maurizio G. Biraghi - Specialista in Oncologia e Responsabile Medico del servizio “IO Medicina su Misura”, Synlab-CAM Monza e dalla dr.ssa Cristina Varesi - Medico Chirurgo Specialista in Idrologia Medica, Synlab-CAM Monza. Si proseguirà con la “lettura magistrale” del prof. Vassilios Fanos - Ordinario di Pediatria e Direttore della Scuola di Specializzazione in Pediatria dell’Università degli Studi di Cagliari, ritenuto oggi uno dei maggiori esperti di Metabolomica Clinica e Microbiomica. Prenderà parola poi la dr.ssa Cristina Lapucci – Responsabile Genetica e Biologia Molecolare Synlab Italia-, che approfondirà l’esperienza di Synlab nella genetica predittiva per il benessere. La serata si concluderà con un approfondimento del nuovo servizio “IO Medicina su Misura”.
Per partecipare al convegno, gratuito e aperto a tutti, è richiesta la conferma della propria presenza alla Segreteria Organizzativa, via email all’indirizzo sara.casati@synlab.it oppure telefonicamente al numero 039 2397450.
L’incontro del 4 ottobre sarà preceduto da un convegno scientifico accreditato per la formazione continua in Medicina che si svolgerà il giorno precedente e sarà rivolto ai Medici di Famiglia e ad altri specialisti. “Dal genoma alla metabolomica attraverso il microbiota”: questo il titolo del corso ECM patrocinato dall’OMCeOMB – Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Monza e della Brianza che si terrà martedì 3 ottobre dalle 19:00. Un momento di formazione mirato ad approfondire il nuovo paradigma scientifico che si sta profilando all’orizzonte della pratica clinica e che chiama tutti gli addetti ai lavori a confrontarsi con una nuova tipologia di medicina: non più solo epidemiologica, ma personalizzata; non solo descrittiva, ma predittiva, capace di essere prospettica e preventiva, piuttosto che solo reattiva e, soprattutto, “partecipata”.
Al corso ECM prenderanno parte in veste di relatori il prof. Vassilios Fanos - Professore ordinario di Pediatria e Direttore della Scuola di Specializzazione in Pediatria dell’Università degli Studi di Cagliari; Editor-in-Chief del Journal of Pediatric and Neonatal Individualized Medicine; il prof. Lorenzo Drago - Professore Associato di Microbiologia Clinica, Università degli Studi di Milano e Responsabile del Laboratorio di Microbiologia Clinica nella medesima struttura, il dr. Maurizio Biraghi - Specialista in Oncologia e Responsabile Medico del servizio “IO Medicina su Misura” Synlab-CAM Monza; il dr. Stefano Fortinguerra - Specialista in Tossicologia e Responsabile del Servizio di Medicina Personalizzata Gruppo Data Medica-Synlab Padova e il prof. Vittorio Sironi - Professore di Storia della Medicina e della Sanità, Direttore del Centro studi sulla storia del pensiero biomedico, Scuola di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Milano Bicocca e Medico di Medicina Generale Distretto di Seregno (MB).
L’iscrizione al corso ecm avviene attraverso il portale www.ecmlive.it

CORSI DI INTERIOR DESIGN CON MODELLAZIONE 3D IN SKETCHUP

Sab, 09/23/2017 - 12:45
Se desiderate diventare interior designer oppure home stager, SketchUp è il programma che fa al caso vostro. Prima di tutto SketchUp è un programma completo gratuito (è a pagamento solo la versione professionale) ed è diventato strumento principe nel lavoro di ogni progettista perché è strumento semplice da apprendere (si impara ad usare in poche ore) ma molto potente, in quanto permette di gestire studi volumetrici fino a modelli altamente dettagliati. Un esempio qui.


Sulle riviste di arredamento è facile incontrare immagini virtuali realizzate dagli arredatori e interior designer con questo programma. Viene utilizzato perché è possibile, e con estrema facilità e rapidità, creare sezioni, creare animazioni e pubblicare il progetto finale con un'alta resa 3D da mostrare al committente.

SEMPRE APERTE TUTTO L'ANNO LE ISCRIZIONI AL  CORSO DI INTERIOR DESIGN IN TELEDIDATTICA.

Accademia Telematica Europea organizza tutto l'anno corsi in teledidattica per diventare Interioir Designer e sull'uso di SketchUp il celebre e potente programma di modellazione tridimensionale per l’architettura, l’arredamento, l'Interior Design. Per capire le potenzialità di SketchUp è possibile visualizzare questi due filmati, rivolti a principianti che sono ai primi passi.

Il corso è indirizzato a quanti intendano intraprendere la professione di Progettista d’Interni. Attraverso la cultura del disegno, le lezioni teoriche, seminari e visite didattiche l’allievo raggiungerà il livello operativo necessario per svolgere tale attività.

A CHI È INDIRIZZATO IL CORSO

A diplomati o laureati in ogni disciplina. Non sono necessarie conoscenze tecniche particolari apprese in precedenza. Nel caso l’iscritto provenga da una facoltà come Architettura o Disegno Industriale o formazione equivalente potranno venire date per scontate alcune nozioni di base, con possibilità di personalizzare il corso e adeguarlo al grado avanzato già raggiunto dal candidato.
L’insegnamento è affidato a docenti universitari e professionisti di provata capacità con esperienza nel settore: architetti, project manager, designer e grafici. Due docenti per ogni corsista saranno sempre disponibili via Internet per tutta la durata del corso.
In dotazione verrà consegnato tutto il materiale didattico, accessori, testi, dispense, slides e videolezioni aggiornato continuamente dai docenti del corso con le ultime tendenze del design.
Durante il corso verranno utilizzati programmi software di progettazione 3D per potersi esercitare autonomamente da casa. Sono inoltre disponibili video lezioni per l’apprendimento del programma.

PER RICHIEDERE LA BROCHURE GRATUITA DEI CORSI 
ALCUNE TESTIMONIANZE DI ISCRITTI CHE HANNO FREQUENTATO IL CORSO CON SUCCESSO E CHE ORA SVOLGONO LA PROFESSIONE DI INTERIOR DESIGNER
I programmi didattici vengono costantemente aggiornati dai docenti in relazione alle necessità espresse dai corsisti, e alle tendenze stilistiche che influenzano l'arredamento, i materiali e la decorazione degli interni.
Richiedete senza alcun impegno una lezione gratuita e la brochure informativa gratuita sul corso, visitando il sito www.accademiatelematica.it  oppure con una email a info@accademiatelematica.it

SOLIDWORKS 2018: PARTECIPA ANCHE TU ALL'ANTEPRIMA NUOVAMACUTLIVE018

Sab, 09/23/2017 - 09:51
SolidWorks 2018 sta per arrivare. Per scoprire  in anteprima tutte le novità della nuova release il 7 novembre a Bologna durante la sessione What's New di Nuovamacut Live 018, l'evento più grande e atteso nel mondo della progettazione. Anche quest'anno, sarà GianPaolo Bassi, CEO Dassault - SolidWorks, ad annunciare tutte le nuove funzionalità inserite in SolidWorks 2018. Non perderti l’occasione di prendere parte al lancio ufficiale della soluzione CAD più usata al mondo. La pagina di presntazione e di registrazione è qui sul sito Nuovamacut Live 018



Un'approfondita sessione finalizzata a fornire una panoramica completa su tutte le principali novità della nuova release di SolidWorks, la soluzione di progettazione più usata dalle aziende nel mondo.

SOLIDWORKS 2018: QUALCHE ANTICIPAZIONE DELLE NUOVE FUNZIONALITA'
SMART MANUFACTURING E SOLIDWORKS 2018
SOLIDWORKS 2018 fornisce quattro nuove soluzioni che consentono di semplificare le interazioni tra i team di sviluppo prodotti e migliorare il proprio business.



Soluzione completa per realizzare le tue idee
Per anni, le aziende hanno mantenuto separati i reparti di progettazione e di produzione, sia per quanto riguarda l'organizzazione che gli strumenti utilizzati. Le soluzioni di progettazione e produzione di SOLIDWORKS forniscono tutto il necessario per commercializzare le idee. Tutti i lavori, dalla progettazione all'assemblaggio finale, possono essere ora svolti contemporaneamente in un sistema completamente integrato e gestito.

I dati giusti, al momento giusto e per le persone giuste

I dati elettronici all'interno dell'organizzazione devono essere di facile accesso indipendentemente dal formato: dai documenti e i fogli di calcolo ai metadati, ai dati dei processi e ai dati della pianificazione delle risorse aziendali. Le soluzioni del processo DDM (Distributed Data Management) di SOLIDWORKS consentono di organizzare tutti questi dati in modo che siano facilmente accessibili da diversi ambiti e reparti. Inoltre, facilitano l'acquisizione dei dati non elettronici e dei dati elettronici complessi, ad esempio, le forme 3D.

Strumenti di analisi per ogni fase del progetto

I progetti straordinari sono il risultato dell'ispirazione, degli sforzi e di ore di duro lavoro.  Le soluzioni SOLIDWORKS di progettazione e analisi consentono di velocizzare l'intero ciclo di progettazione. I team ingegneristici e di progettazione possono collaborare in contemporanea sviluppando i progetti del prodotto convalidando qualsiasi modifica e riutilizzando le informazioni dell'analisi precedente.

Dispositivi intelligenti connessi per i clienti

I prodotti diventano ogni giorno più complessi. Con l'aggiunta delle funzionalità Web e delle app a tutti i tipi di prodotti, dalle auto agli occhiali da sole, molte aziende stanno cercando strumenti intelligenti in grado di interagire per creare i prodotti "intelligenti" richiesti dal mercato odierno. Una volta riconosciuto questo aspetto, uno dei modi più facili e rapidi per ottenere un processo più efficiente durante la progettazione di dispositivi connessi è quello di utilizzare un solo ambiente unificato.

COME TUTELARE LE INFORMAZIONI AZIENDALI

Ven, 09/22/2017 - 17:50
Cosa occorre fare e quando 


Le informazioni sono fondamentali per lo sviluppo delle imprese.
Tecniche, conoscenze, processi produttivi e informatici sono importanti fattori competititvi che devono essere adeguatamente protetti.
La tutela delle informazioni aziendali è ormai
un elemento strategico di impresa.

25 ottobre 2017

ore 15.00

API Torino - Sala “A. Busso” Via Pianezza,123 Torino

Programma

La scelta davanti all’innovazione: brevettare o mantenere il segreto? Stefano Baldi - Consulente brevetti - Interpatent - Torino

Informazioni aziendali riservate e know-how: requisiti e valorizzazione economica Alberto Furno - Consulente marchi - Interpatent - Torino

Gli accordi di riservatezza, strumenti per proteggere le informazioni riservate Luisa Curiale - Avvocato - Interpatent - Torino

La riservatezza dei dati e la tutela della privacy

Andrea Antognini - Avvocato - Elexi - Torino

La tutela delle informazioni riservate aziendali nei procedimenti cautelari Aldo Frignani - Prof. Ord. Università di Torino

Il seminario è gratuito

Si invitano le aziende a confermare la propria partecipazione al numero: 011 4513.203 oppure via mail all’indirizzo legale@apito.it indicando il nominativo dell’impresa
e dei partecipanti all’incontro con un recapito telefonico

FESTIVAL 2017 “TEATRO E SCIENZA: IL SOLE E L’ALTRE STELLE”

Ven, 09/22/2017 - 15:10
Nella splendida cornice della Mostra “LE SIGNORE DEL CIELO”, presso il Palazzo della Regione Piemonte


MARTEDì 26 settembre 2016 P.za Castello 165, Sala Mostreore 18 Spettacolo “L’ALTRA META’ DELA RELATIVITA’”Di Sara UrbanCon Tazio Forte (fisarmonica) e Sara Urban (voce)Regia di Alessia Gennari, Compagnie LattOria e Laribalta (NO)
La storia umana e personale di un grande scienziato, insieme a complesse teorie scientifiche di portata innovativa e all’imprescindibile ruolo assunto all’interno della storia della scienza.
Sentiremo parlare delle idee di Einstein (andare a cavallo di un’onda sonora che viaggia insieme a un’orchestra, superarla, voltarsi e vedere i musicisti muti; oppure andare a cavallo di un raggio di luce con i suonatori, superarli, voltarsi, e vedere che i musicisti non ci sono più, anzi, vedere se stessi bambini). Cosi, con il linguaggio semplice della narrazione teatrale, si parla di alcune fra le complesse questioni scientifiche che interessarono il lavoro di Einstein: dalla natura della luce, alla relatività di spazio e tempo, al legame fra massa ed energia. E non è solo la scienza ad emergere tra i temi affrontati nello spettacolo, ma più ampie questioni storiche: in particolare, la vicenda biografica della scienziata Mileva Marić, compagna di studi e prima moglie di Einstein, fa riflettere sul ruolo della donna all’inizio del XX secolo e sul complesso legame fra istruzione, cultura e femminismo.
ore 19,15 Seminario a cura di Piero Galeottieventi ad ingresso gratuito

CLoSER - LA RICERCA VISTA DA VICINO ALLA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI

Gio, 09/21/2017 - 17:40
Venerdì 29 settembre 2017 la Notte Europea dei Ricercatori torna in Piemonte e Valle d’Aosta.Dal 22 al 27 settembre gli appuntamenti di Because the Night a Torino


Il 29 settembre 2017 torna, contemporaneamente in tutta Europa, la Notte Europea dei Ricercatori, un grande evento promosso dalla Commissione Europea per far conoscere il mestiere del ricercatore in un contesto informale e divertente. Il Piemonte e la Valle d’Aosta ospiteranno la dodicesima edizione dell’evento grazie al progetto biennale CLoSER - Cementing Links between Science&society toward Engagement and Responsibility. La manifestazione si svolgerà ad Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Torino, Verbania e ad Aosta.

Because the NightNell’attesa del grande evento, a Torino ci si prepara con Because the Night, il programma di anteprima con appuntamenti sparsi per la città. In particolare, il 22 settembre la ricerca va a scuola! La Scuola Primaria Gabelli in Barriera di Milano e la Scuola Media Rosselli nel quartiere Vanchiglia ospiteranno alcuni ricercatori della Notte per lezioni e laboratori con gli studenti al mattino. Nel pomeriggio le famiglie e la cittadinanza sono invitate a visitare i due Musei Scolastici, dove sono conservati antichi strumenti scientifici tuttora utilizzati! Inoltre, alla scuola Gabelli i ricercatori di Infini.To, grazie a sofisticati software, simuleranno lo spettacolo del cielo, mentre all’Auditorium della Scuola Media Rosselli alle 18 andrà in scena "Le magie della chimica".
Aperta al pubblico la performance scientifico-satirica dal titolo “Autopsia di un aspirapolvere” che Vittorio Marchis terrà il 27 settembre, alle 18.30, nei Depositi del Museo Nazionale di Artiglieria (Corso Lecce 10, Torino). Le autopsie di macchine di Vittorio Marchis da più di dieci anni sono diventate un momento di incontro tra scienza e teatro, dove entrando nelle macchine della nostra vita quotidiana si scoprono mondi sconosciuti, dalla musica pop all’arte classica, dalla scienza al cinema. Lezioni spettacolo condotte sullo schema delle classiche “lezioni di anatomia”, queste performance inducono a una conoscenza materiale e fisica del mondo che ci circonda non senza un pizzico di ironia. L’aspirapolvere, elettrodomestico di uso quotidiano noto a tutti, diventa ora nelle mani dell’Anatomista un nuovo oggetto di ricerca sperimentale e dentro di esso si scoprono le leggi della scienza ma anche le metafore di una vita banale che non può in nessun aspetto dimenticare di essere tecnologica. Il Museo Nazionale di Artiglieria ospitando questa Autopsia di un’aspirapolvere a fianco dei cannoni della nostra storia offre al pubblico inaspettati scenari tra scienza e divertissement.
L’appuntamento ufficiale con la Notte a Torino è venerdì 29 settembre dalle 17.00 alle 24.00 in piazza Castello, nel cortile del Rettorato dell'Università (via Po17) e in moltissimi altri luoghi della città. Sarà una notte di esperimenti, eventi, spettacoli e musei aperti. Il programma completo è disponibile sul sito: http://nottedeiricercatori.piemontevalledaosta.it/


LA NOTTE IN ANTEPRIMA NELLE SCUOLE… PER TUTTI!
A una settimana dall’evento, un manipolo di ricercatrici e ricercatori della Notte entra nelle scuole per dare agli studenti, alle loro famiglie e alla cittadinanza un assaggio di quello che succederà il 29 settembre!
Oltre a ospitare i laboratori e le lezioni dei ricercatori, a partire dalle 17.00 le scuole coinvolte aprono le porte alle famiglie e a tutto il pubblico con un programma che integra le proposte dei ricercatori e l’apertura straordinaria dei Musei Scolastici.
QUANDO 22 settembre 2017
DOVE Museo Scolastico Gabelli e Museo Scolastico Rosselli
ORE A partire dalle 17.00
Programma in dettaglio
SCUOLA PRIMARIA ARISTIDE GABELLI
via Santhià 25, Torino
LABORATORI DALLE 10.00 ALLE 16.00 per gli studenti del plesso scolastico:
· Astronomia / Lezione-spettacolo nel Planetario gonfiabile che Infini.To porta nella scuola e che ritroveremo in piazza Castello durante la Notte
· Biologia / Partendo dalla collezione del Museo scolastico Erika Cottone, del Dip. Di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dell’Università di Torino propone un laboratorio per osservare gli animali e riconoscerne le specificità; porterà inoltre in dono alla scuola alcuni reperti per ampliare la collezione del Museo.
· Geometria / Un laboratorio di origami con la squadra della prof.ssa Ursula Zich del Politecnico di Torino per scoprire la geometria che si nasconde dietro l’arte urbana. I lavori prodotti serviranno per costruire il verme più lungo del mondo in piazza Castello il 29 settembre!
ATTIVITÀ PER FAMIGLIE E CITTADINANZA, DALLE 17.00
Alle ore 17.00, Simulazione del cielo con gli astronomi di Infini.To, che trasformeranno la sala conferenze della Scuola Gabelli in un Planetario e ci permetteranno di scoprire cosa vediamo quando guardiamo la volta celeste, e come si vede in diverse parti del mondo!
Dalle 17.00 sarà inoltre possibile visitare il Museo Scolastico Gabelli, straordinariamente aperto fino alle 19.00, e scoprire cos’è e come si costruisce un Museo Scolastico, grazie alla guida delle insegnanti coinvolte nel progetto.

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CARLO E NELLO ROSSELLI
via Ricasoli 15, Torino
LABORATORI DALLE 9.00 ALLE 13.00 PER GLI STUDENTI:
Le ricercatrici e i ricercatori del Dipartimento di Fisica dell’Università di Torino e dell’INFN di Torino propongono diverse attività sulla Fisica: dalla didattica laboratoriale, sfruttando le antiche strumentazioni del Museo di Scienze (Ancora funzionanti), a esperienze pratiche e divertenti per comprendere i fenomeni fisici che regolano il mondo che ci circonda!
Dalle ore 17.00 il Museo di Scienze Rosselli, con la sua eccezionale collezione di strumenti per la didattica laboratoriale di Fisica e delle Scienze risalente alle primissime scuole tecniche create a Torino a metà 800 e negli anni dell’Unità d’Italia.
Alle ore 18.00 nell’auditorium della scuola si terrà lo spettacolo "Le Magie della chimica"(fino a esaurimento posti disponibili), con i ricercatori del Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino.
Nei prossimi giorni inoltre gli studenti delle 3e medie della Rosselli scopriranno “IL MESTIERE DEL RICERCATORE” incontrando le ricercatrici e i ricercatori del Dipartimento di Cultura Politica e Società dell’Università di Torino, dell’INAF Istituto Nazionale di Astrofisica e dell’iINRIM – Istituto nazionale di Ricerca Metrologica
Un ringraziamento speciale ai gruppi che hanno lavorato con gli studenti: Infini.To, il Planetario di Pino Torinese; il Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, il Dipartimento di Fisica, il Dipartimento di Chimica e il Dipartimento di Cultura Politica e Società dell’Università di Torino; il Dipartimento di Arte e Design del Politecnico di Torino; l’INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica e INRIM – Istituto nazionale di Ricerca Metrologica.
Il programma è realizzato in collaborazione con la Città di Torino e con la Rete dei Musei Scolastici della Città http://www.comune.torino.it/museiscuola/
CLoSER è un progetto europeo promosso e co-finanziato dalla Commissione Europea all'interno del Programma Quadro per la Ricerca e l'innovazione Horizon2020, selezionato per realizzare la Notte Europea dei Ricercatori in Piemonte e Valle d’Aosta. Organizzato da Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università del Piemonte Orientale, Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, Associazione CentroScienza Onlus e Creativa-impresa di comunicazione. Il progetto è coordinato da Agorà Scienza e si svolge nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte.
Per maggiori informazioni: Mariella Flores, mail: mflores@unito.it - tel: 3394870648

CYBER SECURITY: SOLO IL 21% DEI TOP MANAGER EUROPEI PENSA SIA UN PROBLEMA

Mer, 09/20/2017 - 12:16
Cyber security, BDO: solo il 21% dei top manager europei pensa che il cyber crimine coglierà impreparato la propria azienda. Un problema sottovalutato?• Secondo il Global Risk Landscape, nei prossimi 10 anni le sfide aziendali principali saranno: innovazioni tecnologiche, rischio reputazionale e cyber reati.• BDO avverte: la cyber security deve diventare un fattore di grande attenzione e una priorità di azione per tutti i CdA. Anche alla luce dell’entrata in vigore del nuovo GDPR europeo.


Viviamo in un mondo più rischioso rispetto al passato? La risposta è sì, secondo il 72% dei top manager delle aziende di tutto il mondo, intervistati da BDO per l’edizione 2017 del Global Risk Landscape, il report annuale della società di revisione contabile e consulenza alle imprese che indaga i fattori di rischio del business internazionale. Ciò che stupisce è che, tra i primi tre fattori di rischio citati, non compaia quello cibernetico, surclassato dalle preoccupazioni sulla non conformità rispetto alle normative (35%), dalla crescente competizione nel mercato (30%) e dalla crisi economica (29%). Se interrogati rispetto all’impreparazione delle aziende rispetto ai cambiamenti in atto nel business globale, solo il 21% dei leader aziendali europei indicano il cyber rischio come fattore che coglierà di sorpresa le loro imprese nei prossimi 10 anni. A livello globale, è il settore dei servizi finanziari il più preoccupato rispetto all’impreparazione aziendale nei confronti del rischio cibernetico, mentre l’industria manifatturiera teme di più la rapidità dell’introduzione delle innovazioni tecnologiche. 
Il contesto tratteggiato dal report BDO sembra del tutto inadeguato allo scenario globale attuale, in cui assistiamo ad attacchi informatici di scala mondiale come WannaCry e Petya. Se a ciò si aggiungono le stime di Ponemon e IBM, che individuano in 4 milioni di dollari la perdita economica media causata ad un’azienda da una violazione dei sistemi nel corso del 2016, con un incremento degli attacchi ransomware del 6.000% l’anno scorso, appare chiaro che, forse, il problema del cyber crimine sia quanto meno sottovalutato.
“La cyber security è indubbiamente diventata un focus specifico per molte imprese, ma non tutte investono le cifre davvero necessarie a prevenire un rischio del genere – commenta Lorenzo Mazzei, Partner Intelligence & Cybersecurity di BDO Italia. - Spesso i leader aziendali considerano la cyber sicurezza un segmento a sé, mentre invece sarebbe molto utile includere anche il lato informatico nei piani strategici generali di rischio". 
Lorenzo Mazzei
"Non si tratta di spendere una cifra fissa per la cyber security, come molte aziende fanno ad oggi, bensì di valutare tutti i fattori di rischio, anche non cibernetici, della propria azienda e stanziare un budget adeguato al livello di rischio generale. Si tratta di una misura di prevenzione che deve essere aggiornata almeno annualmente, perché i fattori del rischio cibernetico cambiano molto velocemente: ciò che oggi è accettabile, potrebbe trasformarsi in un pericolo in meno di 12 mesi. Bisogna, inoltre, comprendere che il cyber rischio non è solo una questione del dipartimento IT, ma è un fattore che deve essere contemplato all’interno di tutta l’organizzazione aziendale, comprendendo anche stakeholder, fornitori e terze parti esterne all’organizzazione.”

Otto passi verso la cyber resilienza

BDO avverte: evitare totalmente le violazioni di dati è quasi impossibile. Sono otto gli step che ogni azienda dovrebbe intraprendere per potersi definire resiliente agli attacchi cibernetici. Il primo, è sicuramente quello di aggiornare costantemente i sistemi informatici di sicurezza con le ultime versioni software disponibili, per evitare le cosiddette 0-day, vulnerabilità di sicurezza non pubblicamente note. Il secondo passo è installare dei sistemi di monitoraggio che attivino tempestivamente l’allarme in caso di violazione. Importantissimo, poi, è conoscere quali dati sono contenuti nei propri sistemi e come vengano difesi. Il quarto passo è, appunto, proteggere con adeguati sistemi di controllo di accesso tali dati. Il quinto riguarda, invece, la cultura aziendale: occorre insegnare a tutti i dipendenti come riconoscere un attacco hacker in corso e come assumere comportamenti sicuri durante il lavoro quotidiano. Il passo successivo è guardare alla catena di approvvigionamento aziendale e assicurarsi che anche stakeholder e terze parti siano adeguatamente preparati nei confronti del cyber rischio, condividendo anche le buone pratiche (settimo step). Infine, occorre saper discutere adeguatamente del rischio cibernetico al vertice, così come si discuterebbe di qualsiasi altro rischio, economico o di altra natura.
“Molti attacchi ransomware si basano su vulnerabilità causate da un mancato aggiornamento dei sistemi: in diversi casi, le aziende colpite non avevano provveduto ad installare gli aggiornamenti software di sicurezza del caso, anche se già disponibili per l’installazione prima dell’attacco stesso – prosegue Lorenzo Mazzei. - Il primo passo di un attacco di questo genere, per gli hacker, è proprio sfruttare vulnerabilità conosciute, che dovrebbero essere allo stesso modo note anche all’interno dell’organizzazione aziendale.”
BDO ha recentemente realizzato anche un white paper dedicato al tema della cyber resilienza, in cui si afferma la necessità di una cyber difesa che sia via via più proattiva, e non solo reattiva.

Cosa fare in caso di attacco?

La prima cosa da fare è accorgersi che l’attacco è in corso. Poi, occorre spegnere immediatamente le parti del sistema attaccate, per evitare la propagazione del contagio. A livello reputazionale e comunicativo, inoltre, è necessario che ogni azienda prepari in anticipo una dichiarazione standard ufficiale da poter inviare tempestivamente alla stampa e agli stakeholder. Con l’entrata in vigore del GDPR europeo (General Data Protection Regulation – regolamento UE 2016/679), adottato il 27 aprile 2016 e che gli stati membri devono ratificare entro il maggio 2018, diventa inoltre obbligatorio avvisare l’autorità competente di aver accertato una fuga di dati entro e non oltre 72 ore dalla scoperta. Anche la stipula di un prodotto assicurativo specifico può rivelarsi utile, ma solo per quei casi di forte impatto e bassa probabilità di accadimento.

Cosa ci dobbiamo aspettare dal futuro?

“Per il prossimo futuro, ci attendiamo innanzitutto un aumento degli attacchi informatici basati sulle cosiddette vulnerabilità 0-day, con attacchi sempre più sofisticati e mossi principalmente dal movente economico – conclude Mazzei. – Molto probabile anche un aumento degli attacchi nell’ambito dell’automazione industriale, ma si tratterà di contagi accidentali e non voluti, semplicemente perché la catena industriale sempre più legata all’informatica diventerà anche più attaccabile. Un altro trend che, infine, noi di BDO ci aspettiamo in crescita è quello degli attacchi a scopo di spionaggio industriale e furto della proprietà intellettuale. Occorre che tutte le aziende si preparino adeguatamente ad affrontare questo tipo di situazioni.”

CENTY ED EGGUP: LE NUOVE STARTUP DI DIGITAL MAGICS ROMA

Mer, 09/20/2017 - 10:48
Centy, la startup dei centesimi di Euro in grado di trasformarli in moneta virtuale ed Eggup, la startup delle abilità umane per creare o riorganizzare team di lavoro, sono le nuove partecipate della sede romana dell’incubatore quotato in Borsa.


Digital Magics Roma, quarta sede aperta dal business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM), lancia due nuove startup innovative: Centy ed Eggup.

CENTY (www.centy.it) ha ideato un contamonete intelligente gestito totalmente da remoto tramite app, per risolvere il problema in tutta Europa delle monete da 1, 2 e 5 centesimi di Euro. La macchina, presente negli aeroporti, centri commerciali e supermercati, grazie all’applicazione di Centy sarà in grado di riconoscere l’utente che, una volta inseriti i centesimi di Euro nel contamonete, sceglierà dove accreditare l’importo calcolato. Potrà quindi convertirlo in moneta elettronica (versandolo sul libretto di risparmio, utilizzandolo per l’acquisto di contenuti come film, musica, applicazioni o donandolo in beneficienza) o trasformarlo in punti, sconti e promozioni (da associare alle carte fedeltà dei supermercati e negozi).
La startup sta stringendo rapporti con insegne retail, società di servizi, telecomunicazioni e media, creando contamonete dedicati e personalizzati, con l’integrazione dell’app Centy. L’obiettivo è rimettere nel sistema economico decine di milioni di Euro in monete di piccolo taglio a beneficio di: utenti, che avranno disponibilità immediata di credito e risparmio diretto con le promozioni; aziende partner, che aumenteranno il numero di clienti, fidelizzando anche quelli esistenti; GDO, settore che ha bisogno di monete di tutti i tagli e la Zecca italiana, che risparmierà gli enormi costi di coniazione.
Il prototipo della macchina, realizzato in Italia, sarà disponibile entro il 2017, completo di certificazione della BCE e garantito per oltre 1 milione di transazioni. Digital Magics detiene una quota del 15% del capitale sociale di Centy, fondata da Davide Caiafa (CEO) e Lorenzo Vidoz (Dir. Commerciale).
EGGUP (www.eggup.net) ha sviluppato una piattaforma digitale per analizzare le soft skills, le competenze trasversali quali attitudini personali, tratti caratteristici della personalità e capacità relazionali, sia a livello individuale, sia a livello di team di lavoro. Il candidato, il dipendente o i componenti di un gruppo di lavoro, devono semplicemente compilare sul sito di Eggup un questionario: le risposte verranno analizzate dall’algoritmo proprietario della startup che elaborerà i risultati e li restituirà attraverso una modalità interattiva, con rappresentazioni grafiche e video.
Grazie a Eggup le aziende possono ridurre i costi e aumentare la produttività, identificando anche le persone da inserire in un gruppo di lavoro sulla base del loro grado di compatibilità con gli altri componenti del team, o valutando il livello di performance dei team esistenti, in base alle soft skills, al fine di crearne di nuovi e di riorganizzare quelli esistenti, colmando gli eventuali gap. L’obiettivo è mitigare il grado di conflittualità che mina le relazioni interpersonali negli ambienti di lavoro.
Le analisi di Eggup si basano sulle più significative teorie psicologiche come quella del Big 5. La startup si rivolge a società di ricerca e selezione, outplacement di risorse umane, head hunter, dipartimenti HR delle aziende. Fondata nel 2013 da Cristian De Mitri (CEO) e Pietro Testa (CTO), Eggup ha elaborato oltre 4500 report, tra individuali e di team, per importanti realtà tra le quali Randstad, Poste Italiane, TIM e Gi Group, creando anche veri e propri siti dedicati e integrando il servizio nelle reti aziendali interne.
Digital Magics e Marco Guarna, Partner di Digital Magics Roma, sono entrati con il 9,80% delle quote della società. L’incubatore sta supportando i fondatori per consolidare la presenza di Eggup sul mercato
HRTech e per introdurre l’Intelligenza Artificiale (AI) nella piattaforma potenziando la misurazione del segnale di abilità umane.
Digital Magics Roma affianca i giovani talenti e neoimprenditori del Lazio e del Centro Italia ed è all’interno di Talent Garden Poste Italiane, campus di coworking nato dall’accordo di Open Innovation fra Poste Italiane e Digital Magics, e di Talent Garden Cinecittà, nel cuore degli Studios di Cinecittà.
“Le tecnologie di Centy ed Eggup – ha affermato Gabriele Ronchini, fondatore e amministratore delegato di Digital Magics per il portfolio development – ci hanno convinto non solo per l’elevato valore innovativo, ma soprattutto per le risposte concrete che queste due startup hanno dato ai rispettivi mercati con i prodotti e servizi sviluppati. Centy è riuscita a trasformare il fastidio di avere in tasca i centesimi in un’opportunità per i cittadini, le imprese e la Zecca dello Stato, mentre Eggup ha creato un potente strumento di analisi delle abilità umane, fondamentale per le risorse umane in azienda”.
“Solo in Italia negli ultimi 15 anni sono stati prodotti 3,5 miliardi di monete da 1 centesimo e 2,8 miliardi da 2 centesimi – dichiara Marco Guarna, partner di Digital Magics Roma – che continueranno a essere coniati come deciso dalla Banca Centrale Europea. Molti dei centesimi in circolazione rappresentano vero e proprio una parte del nostro PIL bloccato. Centy è una soluzione vincente per tutti. Parlando di lavoro invece, scegliere un candidato o un team valido in tempi rapidi non è solo un fattore chiave per la competitività, ma rappresenta anche una riduzione di costi. Ogni anno un’impresa di soli 50 dipendenti sostiene costi sommersi per oltre 60.000 Euro a causa di situazioni conflittuali. Eggup diventa quindi il partner ideale per le aziende a livello globale, grazie al modello di business scalabile”.

QUANTO COSTA SOLIDWORKS?

Mar, 09/19/2017 - 20:46
I due più importanti rivenditori in Italia di SolidWorks sono NUOVAMACUT e SOLIDWORLD. Ma si può risparmiare? Se sei uno studente, un docente o un ricercatore assolutamente si.

SOLIDWORKS Student Edition è disponibile per studenti, docenti e ricercatori registrati, attivi, in corso, attualmente iscritti ad un corso di laurea presso un istituto accademico accreditato.

I membri della facoltà a tempo pieno sono inoltre idonei all'acquisto di SOLIDWORKS Student Edition. È necessario poter dimostrare l'avvenuta registrazione del software.

SOLIDWORKS Student Edition viene fornito a scopo di apprendimento
personale e non è idoneo all'uso commerciale o didattico.
SOLIDWORKS offre la migliore suite di strumenti per le attività tecniche di progettazione, documentazione, simulazione e progettazione sostenibile. Tutto in un unico pacchetto software semplice e intuitivo. Avete già acquistato SOLIDWORKS? Per strumenti e download visitare il sito goEDU
Che cosa è incluso con il software SOLIDWORKS Student Edition?

SOLIDWORKS Student Edition include gli strumenti di convalida dei progetti di SOLIDWORKS Simulation.

SOLIDWORKS Student Edition include tra le altre cose:

  • Software SOLIDWORKS® Premium
  • Funzione di animazione
  • Libreria di standard
  • Rendering fotorealistico
  • eDrawings®
  • Strumenti FEA (Finite Element Analysis, analisi degli elementi finiti) di SOLIDWORKS® Simulation Professional
  • Strumenti di analisi della sim
  • Simulazione del movimento e cinematica di SOLIDWORKS® Motion
  • Strumenti di analisi CFD (Computational Fluid Dynamics, calcolo della dinamica dei fluidi) di SOLIDWORKS® Flow Simulation
  • Documentazione ed esercitazioni online completi
  • 14 lingue: inglese, francese, tedesco, spagnolo,
    italiano, giapponese, cinese tradizionale, cinese semplificato, polacco,
    coreano, ceco, portoghese del Brasile e russo
  • Licenza a termine di 12 mesi 

SEGUITE LA RIVISTA GRATUITA ZOO3D PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI

Pagina Facebook https://www.facebook.com/zoo3d/
Twitter https://twitter.com/zoo3dprinting



Maggiori informazioni 

Il software SOLIDWORKS® 3D CAD fornisce potenti funzionalità di progettazione con l'interfaccia utente intuitiva di SOLIDWORKS che rende più rapido il processo di progettazione per una produttività immediata.SOLIDWORKS Premium
SOLIDWORKS Premium è una soluzione di progettazione 3D completa che aggiunge alle funzionalità di SOLIDWORKS Professional gli efficaci strumenti di simulazione e convalida dei progetti, oltre alla collaborazione ECAD/MCAD, al reverse engineering e alle funzioni avanzate per la progettazione di sistemi di tubazioni e cablaggi.SOLIDWORKS Professional
SOLIDWORKS Professional si basa sulle funzionalità di SOLIDWORKS Standard per aumentare la produttività progettuale con strumenti di gestione dei file, rendering fotorealistici avanzati, stima dei costi automatica, funzionalità di collaborazione di eDrawings® Professional, progettazione automatica e controllo dei progetti, nonché una libreria di parti e componenti sofisticati.SOLIDWORKS Standard
SOLIDWORKS Standard è una straordinaria soluzione di progettazione 3D per la creazione rapida di parti, assiemi e disegni 2D che richiede una formazione minima. Strumenti specifici per lamiere, saldature, creazione di superfici e stampaggio consentono di produrre progetti della migliore qualità.








SOLIDWORKS® Conceptual Designer
SOLIDWORKS® Conceptual Designer (SWCD) è lo strumento di progettazione concettuale che consente di creare, manipolare e modificare rapidamente i progetti di componenti meccanici. Il suo ambiente di modellazione unico rende la progettazione concettuale flessibile e intuitiva in un ampio quadro di collaborazione che contribuisce a velocizzare la progettazione e a ridurre i costi.
È possibile acquisire le idee in forma digitale, creare rapidamente modelli progettuali 2D e 3D, ricevere commenti dalle parti coinvolte, sia interne che esterne all'azienda e gestire facilmente vari concetti prima di impegnare i progettisti in ulteriori sviluppi di progettazione.
SWCD è in grado di collaborare con Platform Contributor per archiviare e gestire facilmente le informazioni in un ambiente sicuro e protetto.Inoltre, è complementare a SOLIDWORKS CAD 3D, per cui è possibile convalidare i concetti all'interno di SWCD e passare il modello a SOLIDWORKS CAD 3D per completare i progetti dettagliati e la documentazione.






INTERNET SOCIETY COMPIE 25 ANNI: A CATANIA LA FESTA ITALIANA!

Mar, 09/19/2017 - 16:23
Un evento per promuove la conoscenza, l'uso e lo sviluppo tecnologico, culturale e sociale di Internet. 

Catania ospita il 19 settembre 2017 a partire dalle ore 13:30, presso la Aula Magna della Università degli Studi di Catania, nel centro storico della città, un evento organizzato dalla Internet Society, l'associazione internazionale di supporto alla Rete Internet. Incontri e dibattiti, per ricordare, far tesoro della nostra esperienza e guardare avanti al futuro (#thenext25), organizzati in collaborazione con la Università degli Studi di Catania, il CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto IIT e lo INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Sezione di Catania. Una maratona di eventi che vedrà coinvolte le nostre sedi distribuite nel mondo, simultaneamente in connessione con l’evento centrale che si terrà a Los Angeles, in California. Alcune delle questioni più pertinenti sono all’ordine del giorno: l’Internet del futuro, le origini della rete, il diritto, l’economia e la finanza, l’educazione e la ricerca, i giovani, i bambini, gli hacker, la comunicazione social e la pubblica amministrazione. In Italia abbiamo scelto la Sicilia per le sue condizioni di “hub”, per la sua posizione strategica al centro del Mediterraneo che l’ha, di fatto, resa un crocevia dove culture e idee si sono incontrate nel corso dei secoli in un intreccio di tradizioni e credenze capaci di costruire cooperazione, crescita e innovazione.
Il programma della giornata include la presentazione del libro: Il futuro 30 anni fa. Quando internet è arrivata in Italia. La partecipazione è aperta e gratuita. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming su www.justtivu.tv/streaming/
La Internet Society è l'organizzazione internazionale di supporto alla Rete Internet che ha l’obiettivo di mantenere e ampliare lo sviluppo e la disponibilità di Internet e delle relative tecnologie e applicazioni, sia come fine in sé, che come mezzo per consentire alle organizzazioni, alle professioni e agli individui di collaborare e innovare nei rispettivi campi e interessi. La presenza italiana in Internet Society data fin dalla costituzione dell'associazione avvenuta nel 1992, di cui sono fondatori il CNR attraverso l'istituto CNUCE di Pisa (rif. Stefano Trumpy) e INFN attraverso il CNAF di Bologna (rif. Enzo Valente). Il capitolo italiano dell’Internet Society è nato poi nel 2000 e da allora stiamo lavorando insieme alle altre delegazioni per garantire alle future generazioni una Internet per tutti, aperta e sicura. Operiamo in una posizione speciale: nel punto di intersezione fra i gruppi orientati allo sviluppo della rete (tecnici) e le public policy. Siamo una rete di individui e organizzazioni che lavorano insieme per garantire lo sviluppo di Internet a favore di tutti le persone in ogni parte del mondo

Diretta streaming http://www.justtivu.tv/streamingInternet Society Italia www.isoc.itInternet Society www.internetsociety.orgTwitter @isocitalia hasthag #thenext25
Link: http://www.justtivu.tv/streaming

NIKE PRESENTA LE NUOVE DIVISE NBA MADE IN ITALY CON TECNOLOGIA NIKCONNECT

Mar, 09/19/2017 - 16:19
A pochi giorni dall’uscita di NikeConnect, la maglietta digitale griffata dall’azienda americana.


Nella giornata di Venerdì il famoso marchio sportivo Nike ha annunciato il lancio delle nuove divise NBA con sistema NikeConnect, in grado di trasformare una semplice maglietta in uno strumento hi-tech a disposizione dei fan del più importante campionato di basket al mondo. Grazie all’utilizzo di un chip dotato della tecnologia Near Field Communication, cucito all’interno dell’etichetta, i possessori della maglietta potranno attivare contenuti multimediali esclusivi sul proprio smartphone, semplicemente appoggiando il proprio device sulla stessa etichetta. 


Questa notizia, complice anche l’ufficilità dell’apertura di Apple alla tecnologia NFC, ha avuto un’elevata risonanza a livello mondiale, svelando una delle grandi potenzialità della tecnologia NFC e sicuramente aumentando ulteriormente l’interesse nei prodotti Nike alla luce del suo ingresso nel mondo dell’NBA.
Alla luce di questo importante presentazione da parte di uno dei principali leader mondiale nel settore dell’abbigliamento, come in un’epica battaglia di Davide contro Golia, la start-up Exteryo Srl annuncia di aver anticipando sui tempi il colosso americano, presentando il suo primo modello di abbigliamento digitale già due anni fa, attraverso il suo marchio Innovatible. La giovane impresa con sede in provincia di Monza è infatti specializzata nella ricerca e nella creazione di prodotti funzionanti tramite la tecnologia NFC e il fiore all’occhiello dell’azienda è proprio un nuovo tipo di Tag NFC chiamato “Exteryo ONE”, sviluppato su un supporto tessile e pensato proprio per essere inserito all’interno di capi di abbigliamento.
“La notizia del nuovo prodotto Nike è stata accolta con grande entusiasmo all’interno degli uffici di Exteryo, perchè è un’ulteriore conferma che ci stiamo muovendo sulla strada giusta per l’innovazione dei capi di abbigliamento”, sostiene il portavoce di Exteryo Michele Zanesi, che aggiunge: “Dalla nostra nascita aziendale proponiamo questo tipo di soluzione, convinti che l’innovazione passi anche dalla digitalizzazione dei vestiti tramite tecnologia NFC. Il principale ostacolo incontrato fino ad ora alla commercializzazione del nostro tag tessile è stata la chiusura di Apple alla tecnologia NFC, ma dopo la presentazione dei nuovi Iphone possiamo guardare con ottimismo all’immediato futuro”. 
Le parole di Zanesi relative ad Apple si riferiscono infatti alla presentazione dei nuovi smartphone della mela avvenuta settimana scorsa a Cupertino, con l’annuncio dell’apertura della tecnologia NFC sui nuovi modelli (dal 7 in poi) anche per la lettura del contenuto inserito nella memoria dei tag. Non è un caso infatti che il prodotto Nike sia stato presentato immediatamente dopo le novità approntate da Apple, prevedendo un maggior uso della tecnologia NFC da parte degli utenti.
Ma le evoluzioni di questi ultimi giorni possono davvero avere un impatto così forte per l’utilizzo della tecnologia NFC? Su questo punto Zanesi non ha alcun dubbio: “Quando le aziende leader si muovono per importare una novità in un determinato settore ne consegue che anche tutti gli altri player si muoveranno per stare a passo con le ultime evoluzioni. Nike ha mostrato solo una delle possibilità di utilizzo della tecnologia NFC sull’abbigliamento, ma dietro ad ogni chip c’è una vastità di opzioni ancora da scoprire e non vediamo l’ora che vengano rese accessibili a tutti gli utenti. Noi di Exteryo abbiamo già presentato varie possibilità di utilizzo del tag NFC, come la possibilità di inserire un videomessaggio in una maglietta oppure di poter utilizzare il proprio vestito come biglietto da visita o per attivare una determinata applicazione”. 
Anche le evoluzioni più grandi tavolta possono nascere nelle realtà più piccole e relativamente a questa sfida con un colosso del settore, Zanesi conclude dicendo: “Ovviamente quando un marchio come Nike si muove riesce a fare più rumore di noi e il suo brand è garanzia di qualità. D’altro canto i membri di Exteryo hanno speso oltre due anni della loro vita professionale a sviluppare un prodotto dalle elevate performance, credendo nella tecnologia NFC quando ancora in pochi erano a conoscenza delle sue enormi possibilità. Siamo convinti di avere in mano un prodotto unico nel suo genere e sicuramente una tra le migliori soluzioni al mondo per digitalizzare un capo di abbigliamento. Siamo convinti che questo prodotto ci darà grandi soddisfazioni nei prossimi anni”.
Exteryo Srl è un’azienda specializzata nello sviluppo di prodotti e soluzioni elettrotessili con sede a Villasanta (MB) e attiva da Gennaio 2016. Il tag tessile “Exteryo One” è coperto da brevetto depositato nel 2015 ed è già utilizzato da diverse aziende per la digitalizzazione dei propri prodotti.
Fonte:  www.exteryo.com

FENNEX AG PRESENTA LA PRIMA APPLICAZIONE DI "UDITO AUMENTATO"

Lun, 09/18/2017 - 17:36
Funziona in tandem con gli AirPods di Apple. Avviando gli utenti ad un test dell’udito specificamente progettato per i nuovissimi auricolari di punta di Apple, questa app facilita le condizioni sociali grazie alla sua semplicità di utilizzo.

A chi non è successo mai di partecipare ad una conversazione in un ristorante oppure ad una festa, che sia a malapena udibile? Non si può far nulla se i rumori ambientali prevalgono su tutto.Se solo esistesse una applicazione per questo! Fennex è la prima applicazione uditiva del mercato che non solo migliora il suono, ma lo fa anche in maniera invisibile e discreta. Grazie alla applicazione Fennex per iPhone/iPad e agli AirPods, si ottiene un amplificatore d’ascolto digitale adatto agli utenti di tutte le età. Pensa agli AirPods come degli apparecchi acustici. Adesso immagina un modo per poter personalizzare il volume, il bilanciamento, la compressione dei suoni, le alte e le basse frequenze, e che misceli alla perfezione tutte queste caratteristiche. Con Fennex hai padronanza di tutte le situazioni rumorose e lo puoi fare gratuitamente.
Segnalato da 'MIT Technology Review' (tradotto di seguito) e da 'Audiology Worldnews' per i suoi molteplici benefici e definita come l’applicazione principale per “Augmented Hearing”, Fennex cambia le regole del gioco.
Prima di tutto gli utenti fanno un test dell’udito della durata di tre minuti che permette al sistema di personalizzare l’esperienza uditiva dell’utente. Quindi i suoni attorno a noi vengono personalizzati, amplificati ed equalizzati in base alle frequenze relative alla perdita di udito rilevata. Sono presenti molte impostazioni standard per gli utilizzi più comuni come l’ascolto in auto o riunione d’affari. Inoltre, Fennex offre la possibilità per gli utenti più avanzati di personalizzare i diversi parametri configurazione per ogni specifica necessità.
Alex Mari, cofondatore di Fennex parlando di questa applicazione per iOS, dice: “Fennex è rivolta a persone con udito nella norma oppure con una perdita uditiva da lieve a moderata, che occasionalmente si trovino ad affrontare situazioni rumorose e che non siano pronte a spendere fino a 3000€ per un apparecchio acustico. Ci si può focalizzare su conversazioni con singoli o di gruppo, aumentare il volume, bilanciare il suono a destra o sinistra degli auricolari, adattare alte, medie e basse frequenze.”

AL FORUM MECCATRONICA LE TECNOLOGIE ABILITANTI PER LA DIGITALIZZAZIONE 4.0 DELL'INDUSTRIA

Dom, 09/17/2017 - 13:06
Si rinnova l’appuntamento con il Forum Meccatronica, mostra-convegno ideata dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione e realizzata in collaborazione con Messe Frankfurt Italia. La quarta edizione è in programma il 26 settembre, presso la Mole Vanvitelliana di Ancona. 
Le soluzioni tecnologiche che concorrono alla digitalizzazione 4.0 dell’industria saranno le protagoniste della giornata. Durante la sessione plenaria, dopo i saluti istituzionali degli organizzatori,  autorevoli rappresentanti del territorio e del mondo industriale - Regione Marche, Marchet Azienda speciale della Camera di Commercio di Ancona, DIH Regione Marche, IMQ, Politecnico Milano - faranno il punto sulla situazione italiana, condivideranno le loro esperienze e introdurranno le tematiche che saranno approfondite nel corso della giornata. 

SCARICA IL PROGRAMMA PDF



Le più importanti aziende fornitrici di prodotti e soluzioni per l’automazione industriale si alterneranno in una serie di interventi strutturati in tre sessioni convegnistiche parallele - Progettazione, Produzione, Prestazioni – sui recenti sviluppi tecnologici in ambito motion control, robotica, software industriale, impiantistica, con una particolare attenzione alla progettazione meccatronica e alle soluzioni che concorrono alla realizzazione di un’industria 4.0. Il tutto sotto la regia di OEM e End User che forniranno testimonianze dirette della loro esperienza verso i temi affrontati e spunti da sviluppare nel dibattito con il pubblico.


Programma della giornata

La qualità degli interventi e delle tematiche è stata riconosciuta dall’Ordine degli Ingegneri di Ancona e dal Collegio dei Periti Industriali di Ancona e Macerata che accrediteranno crediti formativi professionali (CFP) ai partecipanti. L’evento è patrocinato da: Comune di Ancona, Università Politecnica delle Marche, Politecnico di Milano, Club Meccatronica, Confindustria Marche Nord, Polo Meccatronica e Prom Facility, e supportato da Marchet Azienda speciale della Camera di Commercio di Ancona.

In occasione del Forum sarà inoltre presentato un estratto dello studio sul territorio “Mappatura delle competenze meccatroniche in Italia”, realizzato dal Prof. Giambattista Gruosso del Politecnico di Milano: una ricerca realizzata annualmente dal 2015, nell’area geografica in cui il Forum Meccatronica si svolge, con l’obiettivo di investigare la capacità di innovazione del comparto dell’industria meccatronica e dell’automazione in Italia.

Nell’area espositiva sarà possibile approfondire in modo dedicato, con i professionisti del settore, gli aspetti tecnologici trattati nelle conferenze. Il Forum rappresenta così un momento di confronto tra tutti gli attori della filiera dell’automazione industriale: i fornitori di soluzioni e prodotti incontrano i costruttori di macchine, gli integratori di sistemi e gli utilizzatori finali per discutere delle più innovative soluzioni tecnologiche presenti sul mercato.

I Partner del Forum Meccatronica 2017

ABB, B&R AUTOMAZIONE INDUSTRIALE, BALLUFF AUTOMATION, BECKHOFF AUTOMATION, BONFIGLIOLI, BOSCH REXROTH, DATALOGIC, EPLAN SOFTWARE & SERVICE, ESA AUTOMATION, FESTO, HARTING, HEIDENHAIN ITALIANA, HILSCHER, LAPP ITALIA, LENZE ITALIA, MITSUBISHI ELECTRIC EUROPE, NIDEC INDUSTRIAL AUTOMATION ITALY, OMRON ELECTRONICS, PANASONIC ELECTRIC WORKS ITALIA, PEPPERL + FUCHS, PHOENIX CONTACT, PHOENIX MECANO, RITTAL, ROCKWELL AUTOMATION, SCHNEIDER ELECTRIC, SCHUNK, SDPROGET INDUSTRIAL SOFTWARE, SEW-EURODRIVE, SICK, SIEMENS, TEAM3D, WEIDMÜLLER, WITTENSTEIN.

La partecipazione è gratuita. È possibile seguire gli aggiornamenti e registrarsi online su www.forumeccatronica.it.

ANIE Automazione con i suoi Gruppi rappresenta, sostiene e tutela le aziende operanti nei seguenti comparti: Automazione di processo, Azionamenti Elettrici, HMI IPC e SCADA, PLC e I/O distribuiti, Meccatronica, Misura e Controllo, Software industriale, Telecontrollo Supervisione e Automazione delle Reti, Telematica applicata a Traffico e Trasporti, UPS. ANIE Confindustria, con oltre 1.300 aziende associate e circa 468.000 occupati, rappresenta il settore più strategico e avanzato tra i comparti industriali italiani, con un fatturato aggregato a fine 2016 di 74 miliardi di euro. Le aziende aderenti ad ANIE Confindustria investono in Ricerca e Sviluppo il 4% del fatturato, rappresentando più del 30% dell’intero investimento in R&S effettuato dal settore privato in Italia. Ulteriori informazioni sono disponibili sui siti: www.anie.it - www.anieautomazione.it.

Informazioni essenziali su Messe Frankfurt

Messe Frankfurt è il più grande operatore al mondo specializzato nell’organizzazione di fiere, congressi ed eventi dotato di un proprio polo fieristico. Con più di 2.300 collaboratori dislocati in circa 30 sedi consegue un fatturato annuo di circa 647 milioni di euro. Messe Frankfurt ricorre a una profonda interconnessione con i vari settori e a una rete di distribuzione internazionale per servire in maniera efficiente gli interessi commerciali dei suoi clienti. Un’ampia gamma di servizi, onsite e online, garantisce ai clienti in tutto il mondo un livello di qualità costantemente elevato e flessibilità nella pianificazione, organizzazione e realizzazione della loro manifestazione. Il ventaglio di servizi offerti spazia dall’affitto del polo fieristico all’allestimento degli stand, dai servizi di marketing al personale e alla ristorazione. La sede principale della Società è a Francoforte sul Meno. Gli azionisti sono la Città di Francoforte, che detiene il 60 percento, e il Land Assia con il 40 percento.

Ulteriori informazioni sono disponibili al sito:

www.messefrankfurt.com | www.congressfrankfurt.de | www.festhalle.de

Pagine